download bdsm
A caccia di Female Founder!

Riparte la caccia alle donne italiane fondatrici di startup proposta per la prima volta lo scorso anno dal team di Girls in Tech Italy.

La prima Official Female Founders in Tech - Italy List ha dato un volto e un nome a ben 60 giovani imprenditrici della tech industry italiana, offrendo loro un grandissima visibilità per il riscontro mediatico che l’iniziativa ha suscitato e diventando immediatamente una preziosa risorsa per verificare la portata della nuova generazione imprenditoriale al femminile. 

Lo scorso anno il documento di presentazione della lista, consultabile e scaricabile anche da Slideshare, contenente una breve bio delle protagoniste e il profilo della loro startup, ha ottenuto oltre 31 mila visualizzazioni. Molte di queste giovani donne hanno studiato all’estero e sono ritornate in Italia per realizzare la propria idea, tra di loro ci sono manager, creative, sviluppatrici, ingegneri.

Le Girls in Tech Italy, rilanciano sul web una nuova sfida: “avanti le prossime!” .

Quest’anno le dirette interessate potranno autocandidarsi compilando questo form.

"Ci piacerebbe avere anche quest’anno il supporto di giornalisti, blogger e opinion leader per segnalare e diffondere in rete la nuova call per la ricerca di imprenditrici tech! - dicono le GiT - L’obiettivo è aggiungere alla lista almeno 30 nuove female founder!"

Quindi se tu che leggi sei una coraggiosa imprenditrice del tech e del digitale, non esitare: compila il form!

Se non lo sei ma conosci qualcuno che lo è, mettila al corrente di questa iniziativa.

 

 

Cosa ha fatto GiT Italy nel suo primo anno di vita

Il supporto di Girls in Tech Italy all’iniziativa imprenditoriale femminile si è espressa nel corso del 2013 attraverso una sei workshop gratuiti che hanno avuto ad oggetto i temi fondamentali per la nascita di startup tecnologiche come lo sviluppo del modello di business, gli aspetti legali, come affrontare un investitore, come realizzare una presentazione impeccabile.

Notevole successo ha riscosso anche l’iniziativa di formazione sul campo (e gratuita)
Rails Girls, legato all’omonima iniziativa a livello mondiale, indirizzata a insegnare le nozioni fondamentali per sviluppare un’applicazione web o mobile attraverso il linguaggio di programmazione Ruby on rails: oltre 70 entusiaste ragazze hanno preso parte alla due giorni!

Il desiderio di raccontare storie al femminile si è successivamente arricchita sul sito attraverso la rubrica  “Le avventure delle Girls in Tech” che offre esempi di professioniste e imprenditrici italiane che si fanno strada all’estero.

Per avvicinarsi al mondo GiT, un prossima occasione è il prossimo 12 febbraio con l'aperitivo organizzato da MilanIN NEXT, 
L’evento è aperto al pubblico e gratuito, qui le iscrizioni.

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

07 febbraio 2014

Categorie:

Must Read, Notizie


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

La scaleup MoneyFarm raccoglie altri 7..

La scaleup MoneyFarm è una delle princ..

La startup Milkman riceve 1 milione € ..

La startup Milkman, che offre un servi..

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Blockchain, quando e come cambierà il ..

In un quartiere di New York City, dei ..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply