download bdsm
Blitzscaling Session 17: Marissa Mayer

Marissa Ann Mayer (1975) è dal 2012 il Presidente e Ceo di Yahoo!. Precedentemente ha lavorato all'interno Google in diverse posizioni, diventando uno dei suoi manager più importanti e riconosciuti.

Blitzscaling Session 17

La lezione fa parte del nuovo corso alla Stanford University chiamato CS183C: Technology-Enabled Blitzscaling, tenuto dal VC Reid Hoffman e di Greylock Partners, uno dei più grandi operatori di venture capital della Silicon Valley).

Nel suo intervento Marissa Meyer parla del suo background accademico a Stanford, dei suoi primi passi nel mondo lavorativo che l'hanno vista approdare in una piccola startup chiamata Google, assunta come ingegnere, impegnata nello sviluppo di algoritmi e intelligenza artificiale, ma poi gradualmente indirizzata anche sullo sviluppo della user experience e, in definitiva, sulla funzione di product management.

Un classico esempio, l'esperienza di Marissa nei primi anni di Google, di come all'interno di una startup in crescita sia necessario per chi ci lavora avere molta flessibilità e capacità di adattarsi a nuove esigenze che emergono quotidianamente.

Una delle lezioni sullo scaleup apprese in Google, racconta la Meyer, è quella imparata da Eric Schmidt: per ogni ordine di grandezza nella crescita della società, bisogna aspettarsi che il processo che ha condotto fin lì, si rompa. Una società che cresce velocemente deve reinventarsi continuamente: è molto diverso avere a che fare e gestire decine di persone o centinaia, migliaia.

La Mayer parla a lungo del tema "assunzioni" come gestito da Google, dell'importanza di conservare una forte cultura aziendale nella crescita e del momento in cui ha creato il programma APM (Associate Product Manager) per riuscire ad aver un suo team di product management. Marissa ha introdotto poi il programma APM anche in Yahoo!.

Il suo intervento permette anche di comprendere le dinamiche e i processi lavorativi all'interno di una società tecnologica basata fondamentalmente sul lavoro degli ingegneri software e in cui le competenze tecniche fanno parte del bagaglio di competenze della maggior parte dei dipendenti, anche se non impegnati direttamente nel coding o sviluppo software.

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

22 dicembre 2015

Categorie:

Inspiration


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Le startup italiane di qualità, fra To..

La forza di un ecosistema non sta tant..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply