download bdsm
Comune di Pescara e Digital Borgo insieme per l'incubatore

Il Comune di Pescara affida oggi alla rete di imprese Digital Borgo la realizzazione dell’incubatore e dello spazio di co-working che sarà il primo nella città abruzzese interamente dedicato alle start-up innovative.

"Siamo orgogliosi di avere l'opportunità, in compartecipazione con il Comune di Pescara, di creare il primo Incubatore di start up della Città – afferma Andrea Risa, amministratore delegato della rete d'impresa Digital Borgo che realizzerà il progetto -. A breve stringeremo una serie di partnership strategiche con altri incubatori italiani e non, aziende di riferimento, comunità di start up e fondi di early stage e venture capital, tra i primi con i quali inizieremo a collaborare c’è anche Startupbusiness, allo scopo di creare un ecosistema nel quale le nuove aziende locali possano crescere e svilupparsi."

Digital Borgo diventa quindi l’ente attuatore scelto dal Comune di Pescara per la realizzazione dell’incubatore che avrà sede negli spazi ex-Aurum come illustrato dalla nota diffusa dalla amministrazione della città:

La Giunta Comunale di Pescara il 27 giugno 2013 ha deliberato con verbale numero 530 la realizzazione di un “incubatore di imprese” nella città di Pescara.

Il progetto prevede l'erogazione di servizi e l’assistenza tecnica alle imprese che operano nel settore digitale ed alle start up innovative.

L'Ente raggiunge l'obiettivo attraverso l'utilizzo di locali di cui è proprietario e ne affida la gestione ad un partner operativo per avviare nella città di Pescara le attività di incubazione d’impresa e di coworking cioè la condivisione degli spazi di lavoro tra aziende e professionisti. L’incubatore avrà un sito internet dedicato e opportunamente strutturato per gli scopi formativi, promozionali e di comunicazione al servizio delle imprese interessate.

E’ entusiasta Marco Blasioli, Presidente della Rete di Imprese "Digital Borgo", che ne promuove le attività all’interno delle sedi comunali destinate ad ospitare il progetto.

La rete d’imprese “Digital Borgo” segue e sviluppa la parte progettuale ed operativa delle start up anche grazie al supporto di importanti Partner Tecnologici avviando un percorso virtuoso per candidarsi a diventare “incubatore d’impresa certificato”.

Massima è l’integrazione con le associazioni del territorio per esempio con l’inclusione nei processi di creatività, multimedialità e sviluppo web i ragazzi e le ragazze dell’Associazione Onlus “DiversUguali” della Presidente Gianna Camplone.

La rete d’imprese “Digital Borgo” è composta da diverse aziende e professionisti abruzzesi, insieme rappresentano una vera filiera del web, con tanti nuovi profili professionali nati negli ultimi anni.

Promotore dell’iniziativa è l'Assessore al Patrimonio e alle Attività di Innovazione Tecnologica del Comune di Pescara, il Dott. Eugenio Seccia che afferma “Dopo il successo del Web Fest 2012, che ha attratto a Pescara migliaia di interessati da tutto il mondo, la rete wi-fi sempre più estesa e l’approdo in città della tecnologia 4G LTE che aumenta la velocità di navigazione dei dispositivi mobili ho creduto fortemente in questo progetto portando all’attenzione della giunta una proposta unica che non ha precedenti in Abruzzo nel campo digitale. Questa iniziativa rappresenta una concreta opportunità di sviluppo per le nascenti aziende sul territorio. Vogliamo dotare le start up di infrastrutture e competenze, per aumentare le loro probabilità di successo. Siamo convinti che questa collaborazione con la Rete di Imprese Digital Borgo possa far decollare l’iniziativa. L’incubatore e le reti di imprese possono aiutarci a combattere meglio la crisi economica ed occupazionale supportando al meglio le idee vincenti.”

L'incubatore di imprese deve favorire la preparazione, la creazione e lo sviluppo delle aziende in particolare nelle primissime fasi pertanto Digital Borgo organizzerà un percorso dedicato agli argomenti più sensibili per il web di successo. Le aziende interessate all’incubazione ed al coworking fruiranno di aree attrezzate, occasioni di formazione e di confronto, conoscenze e strumenti appartenenti al campo del management e del marketing online con particolare attenzione all'innovazione.

Gli spazi individuati dall’Ente per lo sviluppo del progetto sono situati all’interno dell’Aurum ed in Via Ilaria Alpi e raggiungono la superficie di 400 mq su due locali riservati ad un utilizzo esclusivo in conformità ai "Requisiti incubatori di Start Up innovative" del D.M. 21 febbraio 2013 del Ministero dello Sviluppo Economico. 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

09 luglio 2013

Categorie:

Must Read, Notizie


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Guida alle migliori startup city e sta..

Per fare start up all'estero la Silico..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply