Digital music, la startup Mogees raccoglie un nuovo investimento

Digital music può essere anche trasformare le cose in strumenti musicali: non è un progetto di riuso delle cose, ma  il core business di Mogees, startup tech – based che si è appena guadagnata l’apprezzamento espresso in 500 k , di un gruppo di soci di Italian Angels for Growth.

La tecnologia sviluppata dalla startup (racchiusa in un semplice prodotto acquistabile online da chiunque per 95 sterline)  cattura con un microfono le vibrazioni naturali degli oggetti e li sintetizza digitalmente: una tecnologia che ha conquistato anche musicisti come Jean Michael Jarre. Il software di Mogees è anche in grado di riconoscere attraverso il machine learning i gesti che il “musicista” fa sugli oggetti per “suonarli”.

La startup, nella quale attualmente lavorano circa 13 persone, si è già finanziata con due  campagne di crowdfunding, nel 2014 e nel 2015, e ha trovato proprio in Italia i primi investitori in capitale di rischio: il fondo dell’incubatore padovano M31 ha finanziato Mogees con 1,2 milioni di euro in due round tra 2014 e 2015.

Leggi la notizia su EconomyUp

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

03 marzo 2016


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy