Gourmant, passione per il cibo e tanto lavoro

La passione per il cibo, come sappiamo, porta su diverse strade: Daniele Biffoli, classe 1983, fiorentino laureato alla Bocconi, ha rinunciato a una carriera nell’azienda farmaceutica di Firenze Menarini per realizzare il suo progetto, Gourmant. Appassionato di gastronomia da sempre, sa cucinare e ama farlo per i suoi amici, ma sta dimostrando di saper tirare su un ecommerce del food. In un anno di attività, Gourmant ha coinvolto 30 mila clienti e valorizzato oltre 300 prodotti d’eccellenza, prossimo passo scalare sul mercato britannico e tedesco. L’azienda, incubata da Nana Bianca e finanziata anche da P101 e Club Italia Investimenti 2, attualmente fattura circa 50 mila euro al mese e ha un team di 14 persone (tra cui i due founder Daniele Biffoli e Giovanni Brandini). Daniele ci ha raccontato com’è nato il progetto.

 

Gourmant è nato quasi per caso. L’idea di vendere online prodotti gastronomici dell’eccellenza italiana mi è venuta nel 2012 e ho voluto fare un esperimento piuttosto “artigianale” per rendermi conto se il progetto poteva avere un riscontro positivo sul mercato: ho messo in vendita, in offerta, un pacco di sali particolari (c’era il sale blu di Persia, il sale rosa dell’Himalaya, me lo ricordo ancora) lavorati da una piccola azienda di Mantova, e l’ho fatto da camera mia! Immediatamente ho ricevuto una email da una signora di Perugia che voleva acquistare il pacchetto e per almeno venti giorni mi sono continuate ad arrivare richieste. Il test aveva funzionato e quindi ho deciso di attivarmi per rendere reale l’idea di un e-commerce dedicato ai capolavori della tradizione gastronomica italiana.

gourmant

Ho voluto condividere il progetto con il mio migliore amico, Giovanni Brandini, che subito si è mostrato entusiasta all’idea di farne parte e così abbiamo cominciato a lavorare su quello che sarebbe potuto diventare Gourmant. L’aspetto burocratico è stato tutt’altro che semplice, da aprire la partita iva ad ottenere l’attestazione Haccp, ho passato mesi a girare tra uffici e a compilare documenti. La burocrazia che appesantisce l’Italia è un vero e proprio ostacolo agli imprenditori neofiti, magari giovani, che si trovano ad avere una bella idea tra le mani ma che rischiano di lasciarla perdere per le complicanze legate, appunto, alle procedure amministrative; io non ho mollato, ma purtroppo molti lo fanno.

La svolta è arrivata quando siamo entrati in Nana Bianca, un acceleratore d’impresa che finanzia e sostiene le start up con potenziale di successo. A quel punto, Gourmant è diventato realtà!

Inizialmente il lavoro maggiore, e anche quello più importante, è stata la selezione dei produttori, di cui mi sono occupato in prima persona insieme a Giovanni: cercavamo persone con qualcosa di speciale da offrire, lavorato con la passione e l’accuratezza che caratterizza i piccoli produttori. Sono tutte imprese locali, che non hanno la possibilità di gestire un commercio online e che, grazie a Gourmant, possono ampliare il loro numero di clienti e farsi conoscere da un pubblico sempre più ampio. Ad oggi più di 300 produttori ci hanno scelto per veicolare le loro specialità, e sono davvero orgoglioso di questi numeri, ma soprattutto della qualità di chi sceglie di vendere attraverso il nostro sito: si tratta sempre di prodotti di eccellenza.

Gourmant, dal 2013, è cresciuto e sta crescendo molto. Si lavora molte ore al giorno, spesso mi capita di restare in ufficio fino a tardi o di non riuscire a staccare nemmeno nel week end, ma le soddisfazioni che mi tolgo facendo il lavoro che amo mi ripagano di tutto il tempo che dedico a Gourmant. Non sono passati molti anni da quando ho rifiutato un contratto a tempo indeterminato o dai mesi in cui lavoravo alla Menarini, con la prospettiva di una carriera sicura; eppure, non rimpiango la scelta che ho fatto e i rischi che ho corso.

La passione per il cibo di qualità mi è stata trasmessa dalla mia famiglia, che anche oggi mi supporta e mi aiuta nelle gestione di Gourmant, nella scelta dei prodotti, nella selezione dei produttori. Fare di questa passione un vero e proprio progetto imprenditoriale, che oggi riscuote l’apprezzamento dei clienti e degli esperti di settore, è stato per me un successo personale importante e un traguardo che non credevo avrei raggiunto così presto.

 Contributor: Daniele Biffoli, founder Gourmant

 

Vuoi essere il protagonista del prossimo Startupper Swing? Clicca qui!

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

05 dicembre 2014


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy