Internazionalizzazione, andare in Cina passando da San Marino

Affrontare il mercato cinese diventa più semplice per imprese e startup tecnologiche italiane e sammarinesi grazie a un nuovo accordo “San Marino – Cina”,  stipulato da due importanti parchi tecnologici.

“In senso generale l’accordo tra il Techno Science Park San Marino Italia (TSPSMI) e la Zona di Sviluppo Economico e tecnologico di Huzhou (HEDTZ) che da vita all’Huzhou San Marino Italia Science Park (HUSIP) è nato e si è concretizzato con l’obiettivo di connettere due piattaforme e condividere benefit, agevolazioni, best practice dei due Parchi. L’accordo è stato costruito secondo le maggiori direttive del governo centrale cinese di raggiungimento del progetto ‘one belt one road’, una sorta di riedizione tecnologica di quella che fu la via della seta”, così Davide Righi Chief representative della Camera di Commercio di San Marino in Cina e della Segreteria all’Industria, spiega a Startupbusiness il neonato progetto che consente a imprese (e startup) tecnologiche italiane e sammarinesi di aprire nuove opportunità in Cina e in particolare nella zona di Huzhou che si trova a circa due ora di auto da Shanghai.

I vantaggi

I due Parchi tecnologici, per motivi diversi, hanno grande appeal. San Marino per le piccole dimensioni, dinamicità e ottimi benefit e una ottima location in mezzo all’Italia e quindi porta di accesso verso l’Europa. Huzhou per la vasta disponibilità di territorio, possibili partner, e un mercato, quello cinese, praticamente illimitato.

Da queste basi di necessità di interscambio tra diverse economie è nata l’idea di costruire una partnership strategica con un’amministrazione cinese che ora come non mai ha necessità di innalzare il proprio livello tecnologico volendo passare da un’economia di produzione di massa a un’economia di qualità.

“L’accordo tra i Parchi tecnologici di San Marino e Huzhou apre per le nostre imprese un canale privilegiato e assistito per poter essere presenti su un mercato certamente complesso, ma di enorme potenzialità di sviluppo – afferma Alessandro Giari, presidente del Techno Science Park di San Marino – Un mercato dove difficilmente da sole le piccole imprese tecnologiche e innovative potrebbero sviluppare iniziative proficue. È la prima concreta dimostrazione di come San Marino può svolgere la funzione di ‘ponte’ per azioni efficaci di sostegno all’internazionalizzazione, e ‘catalizzatore’ per attrarre investimenti internazionali nei nostri territori”.

La Repubblica di San Marino ha avviato negli ultimi tempi diverse attività a sostegno dell’innovazione, delle startup tecnologiche e volte ad attirare nel proprio territorio imprese e capitali.

Come funziona in pratica

Un’azienda tecnologica, startup o pmi, che intenda affacciarsi sul mercato cinese, stabilirsi o trovare partner nel Parco di Huzhou può contattare il TSPSMI oppure HUSIP. Si sta a tal proposito realizzando un sito web dove guidare gli interessati in tutti gli step necessari per capire se HUSIP è la loro destinazione ideale. E’ anche stata creata una società apposita per assistere le aziende interessate a HUSIP (Husip Management Co., Ltd) a capitale misto pubblico privato. L’obiettivo generale di HUSIP è quello di aiutare le aziende europee con buone tecnologie a espandere il business in Cina e farsi conoscere dall’enorme mercato asiatico. La finalità di HUSIP è quella di aiutare i clienti a progettare un pacchetto di in cui possono godere di benefici fiscali a San Marino e benefit a Huzhou. HUSIP sarà veicolo di possibili partnership, joint venture, o anche di investimenti 100% esteri in territorio cinese. Alla stessa maniera il sistema supporta aziende cinesi che desiderano investire in Europa. La struttura è speculare e complementare.

Una particolarità di HUSIP è data dalla presenza di un fondo di investimento che potrà finanziare i progetti di joint venture, merging and acquisition, industriali ecc. Le aziende che HUSIP potrà accogliere saranno aziende che hanno già un chiaro piano industriale e con una piena volontà di produrre ed espandersi in Cina. Al momento HUSIP non ha una struttura di venture capital dove finanziare startup, ma si sta organizzando per farlo creando un fondo ad hoc. HUSIP Management Co., Ltd è genericamente il riferimento per ottenere informazioni. Vi sono in essere delle partnership con studi o aziende di consulenza italiane che sono a conoscenza del progetto e hanno l’interesse a finalizzare qualche progetto, ma non esiste nessun accordo esclusivo con partner terzi.

Tutti i dettagli dell’accordo nel documento ufficiale visionabile a questo indirizzo.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

05 luglio 2016


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy