Oltre la Brexit, EIT Digital insegna che l'Europa unita, digitale e innovativa c'è
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
EIT Digital, l’Europa digitale, innovativa, unita c’è (oltre la Brexit)

In molti lo hanno paragonato al prestigioso Massachusetts Institute of Technology definendolo appunto il MIT d’Europa: EIT Digital è infatti un’organizzazione pan-europea nata per favorire la trasformazione digitale in Europa grazie all’incontro e allo scambio di conoscenze tra studenti, ricercatori, ingegneri, sviluppatori di business e imprenditori.

In questo momento di grande attenzione per il tema “Brexit”, un’esperienza come quella EIT Digital mostra che l’Europa unita semplicemente esiste, lavora, è migliore, perché immagina uno scenario di crescita aperta e diffusa. La digitalizzazione deve essere diffusa e non lasciare indietro nessuno.

A differenza del MIT, concentrato principalmente in un’unica sede a Boston, EIT Digital si articola in una rete europea di centri che si trovano nelle città di Berlino, Eindhoven, Helsinki, Londra, Parigi, Stoccolma, Trento, Budapest e Madrid ai quali si affianca un hub nella Silicon Valley.

Con quali risultati? Secondo il rapporto annuale, presentato di recente nel corso della conferenza a Bruxelles, il 2016 ha visto la creazione di nove nuove aziende; 75 prodotti e servizi che sono stati messi in commercio; più di 120 startup seguite dal Digital Accelerator e di EIT, e 22 milioni di euro in capitali raccolti per le startup supportate dall’acceleratore interno, l’EIT Digital Accelerator.

Nel campo della formazione all’imprenditoria innovativa, più di 500 studenti si sono iscritti alla Master School, 140 ai Dottorati e in 20mila hanno seguito un corso online realizzato ad hoc, in collaborazione con la società americana Coursera.

Per il CEO dell’organizzazione, Willem Jonker, “i risultati del 2016 ci rendono fiduciosi di essere sulla strada giusta per diventare  l’organizzazione duratura, sostenibile e trasformativa di cui l’Europa ha bisogno per guidare l’innovazione digitale”. Obiettivo ambizioso, che EIT Digital intende perseguire investendo più di 300 milioni di euro in nove nazioni europee nel corso del 2017 e allargando lo spettro delle proprie collaborazioni.

Un Memorandum of Understanding siglato il 21 marzo con l’European Startup Network, per esempio, impegnerà le due organizzazioni a lavorare insieme per stimolare l’internazionalizzazione delle startup e delle scaleup in Europa.

Nel settembre 2017, EIT Digital inoltre organizzerà, assieme a Mind The Bridge, l’evento Startup Europe comes to Silicon Valley (SEC2SV) per riunire insieme policy maker dell’Unione Europea, startup, scaleup europee e grandi aziende e far loro incontrare gli stakeholder della Silicon Valley, mentre a novembre sarà la volta dello Startup Nations Summit 2017 , organizzato a Tallin assieme al Ministero per gli Affari economici e le comunicazioni dell’Estonia e a Startup Estonia.

Vedi anche “EIT Digital Challenge, 234 candidature da 25 Paesi”.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

30 marzo 2017

Categorie:

Inspiration, Must Read


Articoli correlati
Video Consigliati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply