download bdsm
Spagna, 1.250 milioni di euro per le startup, olè!

 

Nel settore dell'economia digitale e innovativa legata al fattore "startup" la Spagna è simile al contesto italiano, vale a dire che sconta il gap rispetto a Paesi europei come Germania, Gran Bretagna, Francia.

Ma a giudicare da quanto ci riporta in veste di guest blogger Pilar Sinusia, giornalista ed esperta di comunicazione strategica e trasferimento tecnologico, in Spagna le cose si stanno muovendo in una direzione ben precisa, mettendo sul piatto un bel pò di soldi pubblici a supporto delle startup e del venture capital. 

Spagna: uno dei paesi europei più colpiti dalla crisi e dalla disoccupazione, sopratutto giovanile, scommette sul sistema delle start up innovative per rilanciare l’economia, attrarre investimenti esteri e rafforzare la filiera finanziara “non bancaria”.

I principali strumenti finanziari messi in campo dal settore pubblico sono i prestiti “partecipativi” e un “fondo dei fondi” che, insieme, mettono a disposizione  dei venture capitalist,  business angels e family offices spagnoli e stranieri 1.250 Milioni di € per co-finanziare le diverse fasi di sviluppo delle PMI e start up innovative. Il ruolo dei fondi di capitale di rischio stranieri è fondamentale per dare impulso alla internazionalizzazione delle imprese spagnole e oggi rappresenta circa  il 60% del volume totale degli investimenti del settore. Secondo ASCRI, l’associazione spagnola degli enti di venture capital gli  investimenti complessivi del settore furono lo scorso anno di 2.525 Milioni di  €, l’86%  dei quali per sostenere  progetti imprenditoriali ICT e del settore delle biotecnologie.

Spain Startup Co-Investment Fund, 20 milioni
Il primo programma pubblico di co-investimento, diventato operativo a settembre 2012, è stato il Spain Startup Co-Investment Fund  (https://spainstartupcoinvestmentfund.es/ ) gestito da ENISA,  impresa pubblica del Ministero per l’Industria, l’Energia e il Turismo molto attiva  nel finanziare piccole e medie imprese e start up innovative.  Il Fondo dispone di 20 milioni di €  e il rischio massimo che assume  è  uguale a quello dell’investitore privato, potendo arrivare fino a 1,5 Milioni di €  di co-finanziamento del progetto. Nei primi sei mesi di funzionamento il programma ha già finanziato 63 operazioni con 12,5 Milioni di € ed ha accreditato 76 tra società e fondi di venture capital e business angels, di cui 17 provenienti da Belgio, USA, Hong Kong, Irlanda, Giordania, UK, Russia e Turchia. Un altro risultato interessante del Fondo riguarda gli investimenti privati complessivi generati: nei progetti imprenditoriali finanziati finora, per ogni euro apportato da ENISA  (che non entra nel capitale né nella gestione della start up) gli investitori privati - specializzati e soci - hanno apportato altri tre.

 

European Angel Fund, 30 milioni

Alla fine del 2012 è stato attivato il European Angels Fund (EAF) Spain - Fondo Isabel La Católica, promosso dal Fondo Europeo di Investimenti (FEI) e dalla società pubblica di capitale di rischio AXIS controllata da ICO. Dotato con 30 Milioni di €, il suo obiettivo e aumentare la capacità di investimento in Spagna dei Business Angels e dei Family Offices, apportando un capitale equivalente a quello che gli investitori privati verseranno in aziende innovative  in fase seed, early stage o in espansione. I prestiti oscillano dai 250 mila € (quota minima considerata troppo alta per alcuni operatori del settore) ad un massimo di 5 Milioni di €.  L' EAF Spain, come quelli attivi in Germania e in Austria, è gestito dal FEI ( http://www.eif.org/).

 

Fond-Ico Global, 1.200 milioni

Alla fine di maggio è inoltre partito FOND-ICO Global, il primo “fondo dei fondi” pubblico creato in Spagna da ICO per agevolare le PMI innovative nell’acceso a fonti di finanziamento alternative alle banche, attraverso il venture capital. Il Fondo sarà gestito da AXIS (http://www.axispart.com/) e destinerà 1.200 Milioni di € nei prossimi quattro anni per attrarre investitori nazionali e internazionali interessati a promuovere la creazione di nuove società o fondi di capitale rischio private e di investire in tutte le fasi di sviluppo delle PMI innovative

.

Iniziative pubblico-private per promuovere le migliori start up
Sono anche numerose le iniziative pubblico-private attivate nell’ultimo anno a livello regionale, nazionale e internazionale per far conoscere agli investitori privati le start up innovative spagnole. Per sbarcare negli  Stati Uniti il punto di riferimento per le aziende tecnologiche è il Spain Tech Center (http://www.spaintechcenter.com/), con sede a San Francisco, che oltre a promuovere le potenzialità del settore digitale spagnolo ospita fisicamente per qualche mese rappresentati delle aziende interessate al mercato americano. Il costo complessivo di una postazione per sei mesi è di 8.500 €  di cui le aziende pagano solo 3.000 €  in quanto il resto è coperto dalle tre istituzioni che hanno promosso il centro: l’Istituto di Commercio Estero (ICEX),  la società pubblica Red.es e la Fondazione bancaria Banesto. Alla fine di maggio il Spain Tech Center ha organizzato la prima Spain TechWeek a cui hanno partecipato 40 start up digitali. A ottobre Madrid ospiterà la seconda edizione di Spain Startup & Investor Summit (http://www.spain-startup.com/) che ha già registrato 1400 adesioni. Di queste solo le 50 migliori start up parteciperanno alla Startup Competition nelle categorie Early Stage e Global Start Ups. Ad aprile si è tenuto a Madrid Zinc Shower (http://zincshower.com/web/) il primo meeting show per far incontrare gli investitori con le Industrie creative e culturali spagnole.

Contributor: Pilar Sinusia

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

06 giugno 2013

Categorie:

Learn, Market data


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Guida alle migliori startup city e sta..

Per fare start up all'estero la Silico..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply