Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Startup wine economy, cosa fa Vino à porter con l’intelligenza artificiale

Intelligenza artificiale e marketing esperienziale per la valorizzazione e vendita del vino è ciò di cui si occupa la startup wine economy  Vino à porter, il cui co-fondatore Marco Piazzalunga è stato intervistato a margine della Eu-Startups Conference di Berlino da Luca Tamburrino di Comincenter, in questa occasione inviato speciale per Startupbusiness.

La startup fondata a Milano da tre ragazzi under 30, Matteo Parisi, Marco Piazzalunga e Lorenzo Moro,  è nata per “semplificare il mondo del vino”, dando la possibilità agli utenti di trovare un vino adatto ai loro gusti e a diverse occasioni, in modo veloce, affidandosi a un algoritmo di intelligenza artificiale, un sommelier virtuale, che con alcune domande trova il prodotto da consigliare.

La società mira ad espandersi all’estero, a cominciare dalla Germania, ed è per questo motivo presente all’evento Eu-Startups Conference di Berlino.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

29 aprile 2017

Categorie:

Italian Startups, Video


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply