download bdsm
Yestartup, partita l'edizione 2014

Yestartup 2014 è ai blocchi di partenza. L’iniziativa del gruppo giovani di Confindustria Ascoli Piceno che ha debuttato lo scorso anno si ripresenta forte dei risultati ottenuti nel 2013 e con ancora più forza nel portare valore mettendo in contatto le imprese del territorio con startup che propongono innovazioni e che provengono da tutta Italia.

 
Quest’anno saranno 15 le startup che verranno selezionate e che parteciperanno alla giornata finale in programma a settembre. Il bando per le iscrizioni scade invece il 31 maggio 2014. Le startup selezionate parteciperanno anche a una giornata di formazione che si svolgerà subito prima dell’estate. 
 
Franco Bucciarelli, presidente dei giovani imprenditori di Ascoli Piceno non nasconde il suo entusiasmo nel sottolineare sia come i risultati della prima edizione hanno portato ulteriore energia e convinzione nel progetto sia come anche l’adesione dei partner che hanno confermato il loro supporto sia segnale della bontà del progetto che mira a creare vero valore e non a dare premi o benzina a iniziative di marketing. 
 
BancaMarche e Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte sono i due partner principali ma sono coinvolti anche la locale Camera di commercio, il consorzio universitario e la Provincia nonché l’Istituto Adriano Olivetti di Ancona. Startupbusiness è partner del progetto già dall’anno scorso e contribuisce nel promuovere e diffondere la call e nel supportare l’attività del gruppo giovani di Ascoli Piceno a sostegno delle startup. 
 
Yestartup 2014 si inserisce inoltre in un contesto territoriale che sta mostrando grande fermento, nei 60 chilometri che corrono tra Ascoli Piceno e Pescara si stanno infatti sviluppando iniziative di rilievo, tutte sostenute soprattutto da privati e tutte orientate alla creazione del valore per l’accelerazione del processo di rinnovamento industriale del territorio che ha grandi potenzialità come ha dimostrato la prima edizione dello StartupWeekend che si è svolta presso lo spazio Aurum di Pescara e organizzata da Digital Borgo e come sta accadendo a Teramo, o meglio a Mosciano, con la nascita di un nuovo incubatore che sta prendendo forma nelle campagne abitate da ulivi secolari di cui presto vi racconteremo.
 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

11 marzo 2014

Categorie:

Must Read, Notizie


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Guida alle migliori startup city e sta..

Per fare start up all'estero la Silico..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply