investimenti

Xtra Vision AI, round da 3,5 milioni di dollari con investitori da USA e Italia

La startup healthcare riceve l’investimento dai business angel di Italian Angels for Growth e da Italians in VC Partners che si aggiungono ad altri fondi e business angel

Pubblicato il 31 Mag 2024

I co-fondatori di Xtra

Xtra Vision AI, la startup healthcare che si propone di rivoluzionare l’accesso a strumenti per la tutela della salute con una piattaforma IA per servizi muscolo-scheletrici, fa sapere di avere chiuso un round di investimento del valore di 3,5 milioni di dollari che vede la partecipazione di Italian Angels for Growth e Italians in VC Partners. 

“In verità – spiega a Startupbusiness il CEO e co-fondatore Pierangelo Raiola – questo round seed lo avevamo già chiuso a novembre 2023 ma visto il crescente interesse da parte degli investitori, soprattutto italiani, abbiamo deciso di estenderlo e inoltre stiamo già lavorando al round serie A di cui conto presto di potere condividere le novità”.

Al round hanno partecipato, oltre a IAG e IVC, anche il fondo USA SaxeCap, il fondo tedesco Yabeo, il fondo USA Gaingels, il fondo italiano Lumen Ventures gli investitori Sam Hendel co-fondatore di Data Miner, Sean Glass partner di Evidence Ventures, la holiding Wellness che fa capo alla famiglia Alessandri, Claudio Costamagna ex top manager di Goldman Sachs, e gli sportivi Gigi Buffon e Giorgio Chiellini.

Xtra Vision AI è basata a New York, è nata a fine 2021 fondata da Pierangelo Raiola insieme al fratello Michelangelo e ad Ajay Naik, oggi conta uno staff di circa 15 persone e collabora attivamente con 20 cliniche negli USA ciò perché nel panorama sempre più interconnesso del mondo digitale, l’accesso immediato all’assistenza sanitaria è diventato una priorità,  tuttavia, per la stragrande maggioranza della popolazione mondiale, l’accesso ai servizi muscolo-scheletrici (MSK) rimane un lusso irraggiungibile ed è proprio che entra in gioco Xtra Vision AI.

Oltre 1,5 miliardi di individui nel mondo si trovano privi dell’accesso ai servizi muscolo-scheletrici di cui potrebbero necessitare. La maggior parte delle risorse attualmente disponibili si concentra sul trattamento di lesioni croniche che richiedono lunghi mesi di cure, trascurando così le urgenze di coloro che affrontano condizioni acute e necessitano di cure tempestive e mirate.

Xtra Vision AI si distingue per la sua soluzione che si identifica con l’agente denominato Nora health che è una porta d’ingresso digitale basata sull’intelligenza artificiale che offre accesso immediato ai servizi sanitari e soluzioni di auto-gestione per tutti. La piattaforma di screening di Xtra Vision AI consente un’identificazione rapida dei pazienti con condizioni muscolo-scheletriche acute, instradandoli verso il percorso di cura più adatto. In aggiunta, Xtra Vision AI offre un navigatore di auto-triage per il mercato a basso dolore, un valido supporto basato sull’IA che fornisce orientamenti personalizzati e auto-triage per le condizioni MSK.

Con più di 350mila applicazioni digitali nel settore della salute e circa 90.600 cliniche di fisioterapia e centri di riabilitazione fisioterapica solo negli Stati Uniti, il mercato per le soluzioni MSK è vasto e in continua espansione. Xtra Vision AI ha già dimostrato una notevole trazione, con 20 clienti attivi che coprono oltre 350mila utenti. La startup si prospetta come la principale piattaforma
di onboarding per i servizi MSK nel settore sanitario.

“Oggi per noi il mercato di riferimento sono gli USA – aggiunge il CEO – ma stiamo già lavorando per internazionalizzare verso Australia, India ed Europa, anche per questo stiamo costruendo l’advisory board e stiamo strutturandoci anche consapevoli che negli ultimi 4 mesi abbiamo visto una crescita esponenziale con il nostro agente IA che è stato utilizzato da oltre 250mila persone”.

Xtra Vision AI è difatti all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie avanzate basate sull’IA per il settore sanitario, con un focus particolare sul benessere muscolo-scheletrico. La startup sta sviluppando la prossima generazione di porta d’ingresso virtuale per semplificare, accelerare e ottimizzare l’onboarding e il monitoraggio dell’assistenza sanitaria, offrendo servizi come il controllo generativo dei sintomi, esami di visione computerizzata e monitoraggio remoto dei pazienti.

Paolo Maresca e Gianfranco Giannella, champion IAG in questo investimento affermano in una nota: “Xtra rappresenta un’opportunità unica nel panorama della salute digitale. La loro soluzione basata sull’intelligenza artificiale affronta una lacuna globale nell’accesso ai servizi muscolo-scheletrici, offrendo cure tempestive e mirate a chi ne ha bisogno. Siamo fieri di sostenere i fondatori Pierangelo e Michelangelo Raiola in questa missione, e siamo fiduciosi che, con il nostro supporto, Xtra continuerà a trasformare il modo in cui le persone accedono e gestiscono la propria salute”.

Raiola conclude: “Siamo entusiasti di dare il benvenuto a IAG nella nostra avventura verso l’internazionalizzazione e di avere un investitore con una visione allineata. Un ringraziamento speciale va a Luigi Di Piazza, Gianfranco Giannella e Paolo, che hanno creduto fortemente in noi e continuano a fornirci preziosi insights operativi. Grazie a loro, possiamo accelerare il nostro percorso e adottare un approccio ancora più mirato alle esigenze dei pazienti, elemento chiave del successo della nostra startup. Questa partnership ci permette di scalare le nostre soluzioni innovative grazie all’intelligenza artificiale e computer vision dove accedere alla visita diventa una questione di minuti invece che di settimane. Siamo certi di avere un impatto significativo sulla fornitura di assistenza sanitaria a livello globale. Insieme, stiamo aprendo la strada a un futuro in cui l’assistenza di qualità è facilmente accessibile a tutti. Creando un win-win scenario sia per i pazienti che per le aziende sanitarie”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3