download bdsm
Consigli legali per startup a cura di Portolano Cavallo – Proprietà intellettuale e marchi

 

 

Inizia con questa prima 'pillola' la serie di consigli legali che lo studio Portolano Cavallo offre ai lettori di Startupbusiness. Si tratta di brevi testi che mettono in luce i vari aspetti a cui chi fa startup e aziende innovative dovrebbe prestare attenzione per quanto riguarda la sfera legale. Questa collaborazione tra Portolano Cavallo e Startupbusiness prevede anche un importante momento di incontro il prossimo 25 settembre a Milano al quale è possibile iscriversi gratuitamente - qui tutte le informazioni - 

Proprietà intellettuale e marchi

Per una startup è fondamentale conoscere e dotarsi fin dai suoi primi passi degli strumenti idonei a proteggere i titoli di proprietà intellettuale in suo possesso. L’elaborazione di un’idea, la creazione di un marchio, di un software e di una qualsiasi espressione della creatività potrebbe, infatti, essere compromessa dal non essersi dotati per tempo degli strumenti adeguati a proteggerla. Iniziamo la nostra carrellata sulle principali questioni legate al mondo della proprietà intellettuale parlando di marchi. Si tratta del tipico segno che consente ad una società di presentarsi sul mercato distinguendosi dai concorrenti. Il valore di un marchio, generalmente destinato ad accrescersi nel tempo, è condizionato da diversi fattori quali il grado di notorietà acquisito ed il particolare carattere distintivo dello stesso. Per acquisire la proprietà di un marchio evitando in questo modo che altri lo possano utilizzare nelle rispettive attività imprenditoriali sono necessarie alcune attività preliminari. Innanzitutto bisogna scegliere l’estensione territoriale della tutela che si vuole assicurare al proprio marchio. Ci sono, infatti, diverse tipologie di marchio : marchio internazionale, marchio comunitario e nazionale. Operata tale scelta è opportuno verificare che altri non abbiano già registrato un marchio identico o simile a quello che si intende registrare. In questa ricerca sarà determinante l’assistenza di un consulente, poiché tale attività può rivelare delle criticità anche in relazione alla natura stessa del marchio (se marchio solo denominativo o anche figurativo o di forma). Svolti tali accertamenti preliminari si può procedere alla registrazione del marchio presso i diversi organismi competenti a ricevere le domande di registrazione, che variano a seconda della tipologia di marchio che si intende registrare. Per approfondimenti sulla registrazione dei marchi in Italia http://www.uibm.gov.it/ ed a livello comunitario http://oami.europa.eu/ows/rw/pages/index.it.do.

Marco Bellezza di Portolano Cavallo Studio Legale

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

11 settembre 2012

Categorie:

Editorials


Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Le startup italiane di qualità, fra To..

La forza di un ecosistema non sta tant..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply