Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Video pitch, 5 consigli per farlo bene

Sempre più di frequente, le call e i bandi per startup, in alcuni casi anche le application form di incubatori e investitori, richiedono alla startup di candidarsi inviando un video pitch.

E bisogna ricorrere all’arte di arrangiarsi. Fortunatamente oggi un buon smartphone, il computer o altri device alla portata di tutti anche se non professionali, hanno qualità tecniche tali da permetterci di realizzare un buon prodotto se abbiamo un pizzico di creatività e chiarezza d’intenti. Ecco 5 regole basiche per aiutarvi a realizzare un video pitch nel migliore dei modi.

1 – Brevità e sintesi

Un minuto potrebbe già essere abbastanza per un video pitch ben fatto, ma se proprio volete,  arrivate a due (la sintesi non è semplice). Se puntate ai tre minuti dovete essere davvero molto bravi tecnicamente e avere molto, molto da dire. Meno girate, meno sbagliate. Dovete dire chi siete, che cosa fate e quale bisogno soddisfa la vostra soluzione, magari estraendo dal cappello qualche esempio pratico della necessità. Dei vili soldoni parla il business plan, non è roba da video pitch: questo è il formato per far scattare la scintilla dell’interesse.

2 – Audio, luci, composizione immagine 

Assicuratevi di effettuare la registrazione in un luogo dove non vi siano troppi rumori in sottofondo e che la voce abbia il giusto volume, si deve ascoltare senza sforzo e senza disturbo. Assicuratevi inoltre di avere luce abbondante: se non siete tecnici delle luci, puntate sulla luce naturale, se potete. Le regole tradizionali della fotografia vanno bene anche in questo caso: niente controluce, non girate in esterno nelle ore centrali del giorno, meglio al mattino o alla sera, cioè nei momenti del giorno in cui la luce solare è obliqua. Se siete in interni, seguite i trucchi dei youtuber.

Per elevare la qualità video verso un livello professionale, pensate per un attimo alla composizione dell’immagine, e prendete spunto  dai trucchi dei grandi fotografi.

3 – One line pitch

Se ancora non ce l’avete, è il momento di spremere le meningi e trovarla, quella riga di testo da max 140 caratteri (esatto, come un tweet, perchè deve poter essere twittato) che stabilisce esattamente e senza vaghezza cosa fate. Nella produzione del video è il vostro filo conduttore, la vostra ispirazione, la vostra trama.

(Sul tema vi potrà aiutare The Art of One-line Pitching: A Study of AngelList)

4 – Mostrate, se potete

Un founder bravo a pitchare, eloquente, appassionato e video-genico può forse reggere da solo tutto un video pitch di alcuni minuti. Ma, attenzione, rischia di essere noioso! Quindi se avete un prodotto che potete mostrare; o avete una soluzione per la gente o per la città; se insomma potete trovare con facilità cose suggestive da inserire in video diverse dal solo pitcher, girate e mixate. Naturalmente, se c’è un team costituito da più persone e questo rappresenta una sua forza, avanti tutta con le persone. Non usate assolutamente come pitch, un video commerciale che magari avete prodotto per la promo del vostro servizio, app o altro. Vi si chiede un video pitch perchè vi si vuole vedere in faccia.

Per esempio:

Bridge for Billions – tutto il team in video ma in modo ordinato ed efficace

Bento Lab –  prodotto + persone

 

5 – L’attacco è tutto 

Sarà nei primi secondi del vostro video che chi guarda deciderà se vederlo tutto o meno, se gli piacete o meno. Escogitate qualcosa di immediatamente coinvolgente, usate l’emozione, usate la simpatia, usate la vostra personalità. Siete il pifferaio magico…

Guarda Mondo – è oltre i tre minuti ma è un prodotto professionale, la lezione da imparare è l’attacco e la chiarezza con cui il founder spiega in circa 20 secondi che cos’è Mondo e a quale bisogno risponde.

 

 

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

09 aprile 2016

Categorie:

Learn, Risorse, Tools


Articoli correlati
Video Consigliati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply