360 Capital chiude il quinto fondo fa 90 milioni di euro
360 Capital chiude il quinto fondo a 90 milioni di euro

Il venture capital 360 Capital annuncia di avere chiuso la raccolta per il nuovo fondo denominato Fondo V a 90 milioni di euro. Secondo una nota diffusa dalla società di investimenti la raccolta arriverà a 150 milioni di euro complessivi e il nuovo fondo investirà in round A e B principalmente in Italia e Francia. Gli importi degli investimenti saranno compresi tra i 2 e i 10 milioni di euro e si focalizzeranno sui settori legati all’innovazione, in particolare deep tech, automazione industriale e software B2C e B2B.

“Siamo particolarmente soddisfatti per la raccolta di questo fondo di quinta generazione, sia perché realizzata in un contesto economico difficile come l’attuale – afferma Fausto Boni, co-fondatore e general partner di 360 Capital sempre secondo quanto riporta la nota – , sia perché conferma la validità della strategia di investimento di 360 Capital e l’interesse degli investitori istituzionali, privati e industriali, cui siamo estremamente grati per il supporto ricevuto”.

“Il contesto attuale è a nostro avviso ricco di opportunità che vogliamo continuare a cogliere – aggiunge Cesare Maifredi, general partner di 360 Capital – e lo testimoniano i cinque nuovi investimenti in società italiane che abbiamo finalizzato in piena emergenza Covid-19”.

Nelle scorse settimane 360 Capital ha infatti chiuso round di finanziamento con cinque aziende italiane. Si tratta di Mela Works, un’app che consente di seguire più semplicemente i lavori sul campo per la realizzazione di grandi progetti; Isaac, che ha progettato un dispositivo in grado di ridurre l’oscillazione di un edificio in caso di scossa di terremoto; Loopus, un acceleratore analogico che permette di abilitare operazioni di machine learning e analisi di big data più velocemente e con un minore impatto energetico; Lamp, soluzione System on Chip ambito cyber-security e Amazing, un motore grafico basato sulla mesh per applicazioni AR e VR che riduce l’utilizzo della memoria e preserva i dettagli.

 

Photo by McDobbie Hu on Unsplash

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

14 Maggio 2020

Categorie:

Funding News


Articoli correlati
Video Consigliati
reply