72 milioni per Dovevivo, la proptech del co-living italiana
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
72 milioni per Dovevivo, la proptech italiana del co-living

E’ stata probabilmente la prima proptech italiana: nata nel 2007 dall’iniziativa di Valerio Fonseca e William Maggio che hanno creduto in un modello innovativo di ‘abitare’, è oggi la più grande co-living company in Italia, gestisce un portafoglio di circa 1.000 abitazioni in 5 città, grazie a un network di oltre 350 proprietari e investitori ai quali offre un servizio di gestione e valorizzazione immobiliare che massimizza il profitto nel lungo termine, riducendo al minimo rischi e oneri. DoveVivo si indirizza in particolare al mondo degli studenti e dei giovani professionisti ai quali offre una esperienza abitativa ‘unica e memorabile’ in una nuova città e in una nuova casa, attraverso un concetto di condivisione dello spazio che si mescola con il concetto di community. Un’idea certamente pionieristica 12 anni fa che intercettava la leva della piattaforma digitale e un modello di servizi a valore aggiunto per il settore immobiliare rispondente a nuovi bisogni dei millennial e dei proprietari.

DoveVivo è una delle poche fast growing company italiane inserite per tre anni consecutivi nella classifica FT1000: Europe’s Fastest Growing Companies, (+40% cagr del giro d’affari negli ultimi 5 anni) con un percorso di sviluppo sostenibile in termini di ricavi, redditività e occupazione.

Ora che punta all’espansione all’estero la società ha cercato nuovi capitali, il suo fundraising si è articolato in circa 50 milioni di equity e 22,5 milioni di linee di debito assicurate da illimity Bank, la startup bancaria fondata da Corrado Passera. Tra i suoi nuovi soci, Tikehau Capital – un gruppo di alternative asset management quotato all’Euronext di Parigi – che entra nel capitale come anchor investor con un investimento pari a 29 milioni di euro.

Si sono uniti alla cordata anche ISA – Istituto Atesino di Sviluppo SpA – e Seac Fin SpA per un totale di oltre 7 milioni di euro. Oltre agli investitori di cui sopra, l’aumento di capitale è stato sottoscritto anche da DV Holding SpA, holding dei due founder Valerio Fonseca e William Maggio per circa 12 milioni di euro che restano quindi alla guida del gruppo. L’aumento di capitale è stato aperto anche a tutto il team DoveVivo che investirà circa mezzo milione di euro.

“Siamo orgogliosi di aver raccolto intorno al progetto un azionariato così importante, qualificato e sinergico che promuove un modello di impresa inclusiva nella quale io e William abbiamo sempre creduto. Questa operazione è una Corporate: pietra miliare nella costruzione di una DoveVivo una realtà con una identità distintiva, un piano chiaro, un’organizzazione forte senza pari in Italia e in Europa nel proprio settore. La nostra ambizione è diventare la casa per una community di decine di migliaia di studenti e giovani professionisti accompagnandoli nella loro esperienza di vita in condivisione. Il mio principale ringraziamento va a tutto il team per l’entusiasmo, la qualità e la determinazione che mette a disposizione di questo progetto ogni giorno” ha commentato Valerio Fonseca, CEO di DoveVivo.

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

30 luglio 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply