edtech

Aulab cede il 60% al Gruppo Multiversity

L’operazione mira a integrare competenze di formazione digitale ed edtech, i fondatori restano alla guida della startup

16 Set 2022

Il Gruppo Multiversity rende noto di avere acquisito il 60,61% di Aulab, società attiva nella formazione di sviluppatori software.

L’offerta formativa in ambito IT risulta, a oggi, frammentata con una presenza di numerosi player di medie/piccole dimensioni e una domanda in forte crescita da parte delle aziende.

Con l’acquisizione di Aulab, Multiversity, attiva nel mercato dell’e-learning e della formazione digitale con gli Atenei Pegaso, Mercatorum e San Raffaele Roma, nell’ambito di una più ampia strategia di sviluppo del Gruppo, potrà estendere la propria presenza nella formazione digitale e tech e nel reskilling delle risorse.

La cifra dell’operazione non è stata resa ufficialmente nota ma si parla di un ammontare tra i dieci e i 15 milioni di euro. 

Aulab che opera nel settore della formazione digitale con un tasso di assunzione dei propri studenti pari a circa il 95% entro sei mesi dal completamento dei corsi – fa sapere una nota – grazie a un efficace modello di formazione, un’efficiente piattaforma di placement e alle partnership con le aziende. Oltre alla formazione, l’azienda si occupa di progettazione, sviluppo e commercializzazione di siti web, piattaforme IT e applicazioni software.

Il rimanente 39,39% è detenuto prevalentemente dai fondatori Davide Neve e Giancarlo Valente che rimarranno nella gestione della società con gli obiettivi di accelerare la crescita valorizzando gli asset presenti e di sviluppare, unitamente al management di Multiversity, le sinergie derivanti dalla metodologia didattica, dalla rete di orientamento, dal marketing e dalle potenziali partnership che il Gruppo Multiversity ha già in essere con associazioni e aziende.

“L’acquisizione di Aulab si inserisce in una precisa strategia del Gruppo Multiversity, già avviata con l’acquisizione dell’Università Telematica San Raffaele Roma con l’obiettivo di consolidare la propria leadership nel mondo delle Università digitali e dell’education technology europea e di accelerare la presenza nella formazione digitale e tech – dichiara in una nota Fabio Vaccarono, CEO di Multiversity –. Il mondo della formazione è in continua evoluzione e la sua digitalizzazione è un passo fondamentale per recuperare il forte divario tra formazione e nuovi lavori. Siamo consapevoli di avere un ruolo fondamentale nella creazione di nuove figure professionali e nel facilitare il loro accesso nel mondo del lavoro. L’elevato tasso di placement di Aulab e la capacità di creare partnership con le aziende contribuiranno al raggiungimento di tali obiettivi. Siamo felici di poter lavorare con l’intero team di Aulab, con Davide Neve e Giancarlo Valente, che hanno dimostrato una grande visione e di essere precursori di un modello formativo in un settore con grandi potenzialità”.

“Entriamo nel Gruppo Multiversity, leader nella formazione digitale, per costituire in sinergia con tutti i partner il primo player italiano dell’ambito edutech – dice Davide Neve, CEO di Aulab -. Lavoriamo da sempre per avere un impatto positivo nella vita dei nostri studenti in modo inclusivo e sostenibile e permettere loro di acquisire le competenze e il mindset migliori per affrontare le sfide di un mercato del lavoro in costante evoluzione. Ringraziamo anche SocialFare Seed, Manilo Marocco e gli altri investitori che ci hanno supportato nel momento di startup del nostro progetto per aver compreso l’impatto sociale del nostro lavoro”. (Photo by Marvin Meyer on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4