CDP VC, nuove nomine e nuovi investimenti in startup e PMI
CDP VC, nuove nomine e nuovi investimenti in startup e PMI

Nuovo giro di investimenti targato CDP Venture Capital SGR (aka Fondo Nazionale Innovazione). Questa volta si tratta di sei startup tutte facenti parte della scuderia di Digital Magics per un’operazione complessiva del valore di 3,5 milioni di euro di cui 1,6 provenienti dai fondi di CDP Venture Capital: il Fondo Acceleratori e il Fondo Italia Venture II (abbiamo scritto dello schema operativo di CDP VC in questo articolo ). A questo round di investimento hanno partecipato, oltre Digital Magics, che ha investito circa 300 mila euro, e CDP Venture Capital, anche diversi investitori professionali.

Il processo si è svolto interamente durante il periodo del lockdown e conferma il significativo interesse da parte degli investitori e delle istituzioni verso l’asset class delle startup – riferisce una nota diffusa dall’incubatore milanese che riporta anche le dichiarazioni di Marco Gay, amministratore delegato di Digital Magics che ha detto: “siamo molto soddisfatti di come è nata e come sta proseguendo la collaborazione con CDP Venture Capital SGR, anche per l’accelerazione che ha impresso nell’investimento di terzi. Le nostre partecipate hanno trovato un partner importante che con Digital Magics e gli altri investitori hanno concretizzato la raccolta di equity, capitale strategico per i piani futuri”, e di  Enrico Resmini, amministratore delegato e Direttore Generale di CDP Venture Capital SGR che commenta: “Il lavoro sinergico portato avanti dal Fondo Acceleratori di CDP Venture Capital SGR, insieme a Digital Magics, dimostra quanto sia efficace fare sistema insieme a importanti attori e investitori, a beneficio delle realtà più innovative e meritevoli del nostro Paese.”

Le startup del portfolio Digital Magics coinvolte nell’operazione sono: Aworld, startup innovativa con uffici a Torino e a New York, investe nella sostenibilità e nel futuro del pianeta, con l’obiettivo di creare una cultura sostenibile attraverso il pubblico, le aziende e le istituzioni. AWorld ha creato una piattaforma social-gamified che premia gli utenti per azioni e comportamenti sostenibili, usando il sistema della gamification; Criptalia è la piattaforma regolamentata di crowdlending peer-to-peer, che collega le PMI di valore che vogliono investire in un progetto di crescita, con i finanziatori alla ricerca di buoni tassi di interesse e a basso rischio sui cui investire. Criptalia utilizza blockchain pubbliche permissionless, principalmente con i protocolli Bitcoin ed Ethereum, in quanto si ritiene la blockchain pubblica l’unica che può garantire sufficiente trasparenza, immutabilità e sicurezza agli investitori. La startup è conforme al 100% al regolamento europeo MiFID II; GrowishPay, startup fintech italiana con soluzioni di social payment e-wallet based per pagamenti di gruppo, liste regalo, giftcard, e-wallet management, pagamenti privativi, loyalty e cashback. La società opera con il marchio Growish (collette online), ListaNozzeOnline.com (lista nozze per raccogliere importo dei regali su wallet e sito matrimonio) e ScuolaPay, per pagare in modo semplice e sicuro ogni attività scolastica (coming soon). Forti dell’esperienza di oltre 105mila utenti e oltre 35 milioni di euro di transazioni gestite, offre soluzioni B2B2C via API, SDK o piattaforma SaaS in white label per il retail e l’e-commerce con convergenza omnicanale a oltre mille merchant di primaria importanza; Plurima, la piattaforma assicurativa digitale più avanzata e completa presente sul mercato, è la prima rete italiana di agenti di assicurazione indipendenti. Si tratta di un gestionale assicurativo creato per tutti gli intermediari assicurativi A, B ed E, che garantisce accesso e registrazione veloce e senza obblighi, una ampia gamma di prodotti specifici per ogni esigenza, preventivi rapidi e strumenti completi per la gestione della documentazione precontrattuale, della polizza e degli incassi; FrescoFrigo, startup innovativa nata con l’obiettivo di sviluppare un nuovo concetto di retail, permette di migliorare il corretto stile di vita di tutti i giorni, grazie all’accesso privilegiato a prodotti di qualità, freschi e salutari a pochi passi dalla propria scrivania e porta di casa. La startup cura l’intero processo tecnologico, dallo sviluppo hardware a quello software, all’installazione del FrescoFrigo. Grazie ad un’app dedicata al cliente e alla dashboard per il fornitore, la società è in grado di gestire, consegnare e rifornire giornalmente FrescoFrigo con un’offerta di alta qualità, funzionale alle necessità del target presente all’interno della location; Wenda, nata come startup in ambito foodtech, è un’azienda italiana che collabora con i maggiori player del settore food&beverage a livello globale, da produttori a retailer, dalla logistica alle compagnie assicurative. Wenda digitalizza i dati di temperatura e tracciabilità unendoli a quelli di logistica nelle molteplici fasi della distribuzione, integrandosi automaticamente con strumenti di misura e software gestionali, di logistica e di qualità utilizzati dai diversi attori della supply chain. Controllando ogni fase della supply chain, riduce il food waste e valorizza la freschezza, ottimizzando i processi e tagliando tempi e costi, tutelando i consumatori, aumentando la trasparenza, la sicurezza e la tracciabilità.

In due annunci separati CDP Venture Capital SGR ha anche reso noto di avere siglato l’accordo con la società Hevolus, azienda pugliese che sviluppa tecnologie disruptive e customer experience innovative, per un aumento di capitale di 4 milioni di euro, in uesto caso l’investimento è stato realizzato tramite il Fondo Italia Venture II dedicato a startup e PMI innovative del Mezzogiorno e finalizzato ad accelerarne la competitività e lo sviluppo. Hevolus è una PMI innovativa dalla crescita esponenziale, specializzata in soluzioni, progetti e servizi finalizzati alla digital transformation di processi aziendali e customer journey per qualsiasi settore industriale.

Infine è stata annunciata la nomina di Claudia Pingue, ex general manager di PoliHub, che entrerà a far parte del team di CDP Venture Capital SGR, come responsabile del Fondo Technology Transfer il quale, con una dotazione iniziale di 150 milioni di euro, ha l’obiettivo di supportare la filiera del trasferimento tecnologico mediante il co-investimento selettivo nelle startup più promettenti e l’investimento in fondi verticali specializzati.

 

Photo by AbsolutVision on Unsplash

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

23 Settembre 2020

Categorie:

Funding News, Must Read


Articoli correlati
reply