intelligenza artificiale

Civils.ai, ecco l’AI per ingegneri e architetti

La startup che ha sede a Singapore ha sviluppato una soluzione che consente di abbattere i tempi per la realizzazione di progetti edilizi e ingegneristici

Pubblicato il 29 Ago 2023

Mirko Vairo e Stevan Lukic, co-fondatori di Civils.ai

Gli ingegneri civili investono la maggior parte del loro tempo a cercare dati piuttosto che dedicarsi alla pianificazione e disegno del progetto edile, soprattutto nella sua fase iniziale. Tali inefficienze comportano un aumento dei costi di realizzazione per gli operatori stimate nell’ordine dei duemila miliardi di dollari l’anno (fonte: FMI, Autodesk). È partendo da questa considerazione che è nata Civils.ai, la startup che propone soluzioni tecnologiche per il mondo della progettazione, dell’architettura, dell’ingegneria basate su intelligenza artificiale.

Stevan Lukic, ingegnere civile con diversi anni di esperienza e sviluppatore web full-stack, nell’inverno del 2022 ha partecipato al programma dello startup studio Antler di Singapore dove ha incontrato Mirko Vairo, ex-fondatore di una startup mediatech italiana ed esperto di AI, e Fadil Parves, esperto in software development e data science. Il team ha deciso di fondare Civils.ai nel maggio del 2022 con sede a Singapore con Lukic che ha assunto la carica di CEO, Vairo quella di COO e Parves quella di CTO.

Civils.ai si concretizza in una soluzione SaaS che sfrutta l’intelligenza artificiale per automatizzare la generazione di tutti i documenti, i piani progettuali e gli insight necessari a valutare la fattibilità e i rischi connessi a un progetto edile. Obiettivo è aiutare gli ingegneri a creare per ogni progetto uno smart-archive, alimentato dall’intelligenza artificiale, contenente i loro asset più preziosi: le loro conoscenze e i loro dati.

La startup ha raggiunto negli ultimi mesi circa 15mila utenti attivi mensili a livello globale (+8% di crescita media settimanale), ha chiuso due round di finanziamento pre-seed, dagli early-stage VC Antler e Iterative, per un totale di 300mila dollari, e punta ad aprire il round di finanziamento seed entro il primo trimestre 2024 per raccogliere ulteriori fondi necessari ad accelerare l’implementazione della product roadmap e potenziare la strategia di go to market a supporto del fatturato.

Large Language Models, l’industria delle costruzioni e Civils.ai

ChatGPT non è certo ancora in grado di costruire un edificio, ma la intelligenza artificiale generativa ha il potenziale per rendere l’edilizia più efficiente e veloce applicando un modello linguistico di grandi dimensioni (LLM) per generare risposte su misura per i progetti edilizi.

WHITEPAPER
Ecco il toolbox tecnologico di cui la tua azienda ha (molto) bisogno
Open Innovation
Startup

Gli LLM sono un tipo di algoritmo di intelligenza artificiale che utilizza tecniche di deep learning ed enormi quantità di dati per comprendere e generare nuovi contenuti. L’esempio più noto di LLM è ChatGPT e le sue evoluzioni, ora ampiamente utilizzato in tutti i settori della società per compiti diversi.

La startup ha lanciato la sua soluzione nel gennaio 2022 e multinazionali dell’ingegneria come Aecom e Stantec lo stanno già utilizzando. La piattaforma ha suscitato grande interesse nel sud-est asiatico e in particolare a Singapore e anche i principali contractor del Regno Unito stanno utilizzando lo strumento per i loro progetti.

L’ingegnere, l’architetto, il progettista può caricare rapporti in PDF relativi a un progetto su Civils.ai, come relazioni di cantiere, contratti o codici di progettazione, che l’intelligenza artificiale elabora per generare risposte a domande specifiche poste dagli utenti in merito al loro progetto. Ogni documento caricato sul sistema può essere lungo migliaia di pagine che il sistema elabora e archivia nella sua memoria.

La differenza principale tra ChatGPT e il sistema sviluppato da Civils.ai è data dal livello di precisione nelle risposte fornite dal secondo, grazie ai dati specifici del progetto, non disponibili a OpenAI, che possono essere temporaneamente archiviati nella memoria dell’IA, utilizzando una tecnologia nota come database vettoriale. L’utente è quindi in grado di porre domande e di cercare nel database e recuperare una risposta alla domanda.

Per evitare che dati errati o falsi vengano recuperati e fraintesi dall’utente, viene referenziata e visualizzata anche la pagina e la sezione esatta del documento, in modo che l’utente possa controllare e verificare con il file originale che la risposta alla domanda sia corretta.

Il sistema ha dimostrato una grande versatilità nel rispondere a una serie di domande che si presentano nei progetti, dall’interrogazione delle date di consegna del progetto e l’estrazione della risposta dai documenti contrattuali, fino all’estrazione di informazioni sulle condizioni geologiche dai rapporti di indagine del sito. Il caso d’uso del software è il risparmio di tempo nel consultare lunghi rapporti per trovare le informazioni esatte di cui si ha bisogno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2