Dall'innesto tra Apsti e Italia Startup sboccia InnovUp
Dall’innesto tra Apsti e Italia Startup sboccia InnovUp

La voce della possibile fusione tra le associazioni Italia Startup e Apsti che rappresenta i parchi scientifici e tecnologici italiani era nell’aria già da molto tempo. I tentativi di avvicinamento sono stati diversi e finalmente sono giunti al risultato atteso, è infatti nata InnovUp startup & tech Italian ecosystem, la nuova associazione dell’ecosistema italiano delle startup e dell’innovazione.

InnovUp è appunto la sintesi della storia di due tra Apsti (Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici) attiva già dalla metà degli anni ‘90, e Italia Startup (Associazione italiana delle startup e dell’innovazione), nata nel 2012 a valle del varo dello Startup Act italiano. Il nuovo soggetto ha l’ambizione di proporsi come interlocutore privilegiato sui temi dell’innovazione e delle startup nei confronti delle istituzioni centrali, governo e parlamento in primis, regionali ed europee.

InnovUp vuole rappresentare – riferisce una nota diffusa per annunciare la fusione tre le due organizzazioni associative – la filiera italiana dell’innovazione, in Italia e all’estero, con grande attenzione alle giovani imprese innovative dalla fase del primo sviluppo all’interno di università, centri di ricerca, parchi scientifici, centri di innovazione, a quelle di crescita e consolidamento tramite ulteriori attività di ricerca, sviluppo dei processi produttivi, accesso al mercato, round di finanziamento, exit o quotazione in Borsa.

Ai vertici del nuovo consiglio direttivo siederanno Angelo Coletta come presidente e Fabrizio Conicella come vicepresidente, entrambi presiedevano le rispettive associazioni dal 2018 che dichiarano rispettivamente – sempre secondo la nota – : “da oggi Italia Startup e i suoi soci potranno consolidare le proprie iniziative mirate a creare un ambiente favorevole alla nascita e crescita delle startup e PMI innovative, rafforzando le relazioni di rete a livello nazionale e internazionale. La fusione porterà nuova linfa ai progetti già in essere sia in termini di dinamica interna che come potenzialità di proiezione esterna dell’attività dei gruppi”.“I Parchi scientifici e tecnologici associati ad Apsti rappresentano una risorsa di sistema che opera con un forte radicamento territoriale per stimolare l’innovazione e la crescita delle imprese innovative. L’integrazione con i soci di Italia Startup rappresenta il completamento di un’ideale filiera di supporto all’innovazione, dall’idea al mercato. La nuova forma associativa potrà favorire le progettualità attualmente in corso, in un contesto maggiormente rappresentativo e impattante in termini di contributo al sistema dell’innovazione italiano”.

 

Photo by Ricardo Gomez Angel on Unsplash

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

23 Settembre 2020

Categorie:

Must Read


Articoli correlati
Video Consigliati
reply