Deliveroo, in Italia gode di ottima salute, oltre 100 città in 4 anni
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Deliveroo, in Italia gode di ottima salute, oltre 100 città in 4 anni

“Superando quota 100 città, raggiungiamo un obiettivo estremamente importante per Deliveroo” afferma Matteo Sarzana, General Manager di Deliveroo Italia. “Si tratta di un passaggio fondamentale della nostra espansione che avviene nel mese in cui celebriamo i 4 anni di presenza in Italia. Ora vogliamo spiegare degli investimenti che avevamo annunciato nei mesi scorsi: l’espansione territoriale prosegue in modo sempre più intenso e apriremo decine di altre città ad Ottobre e altre entro la fine dell’anno; abbiamo definito una partnership strategica con la FIGC, perché così come la Nazionale di Calcio rappresenta e unisce tutti gli italiani attorno alla maglia azzurra, Deliveroo è sempre più un servizio nazionale che cresce e si radica sempre sempre di più sul territorio, in un numero maggiore di città; inoltre, vogliamo attrarre nuovi clienti e per tutto il mese di ottobre il servizio di consegna sarà gratuito. Crediamo nell’Italia e abbiamo grande fiducia nel mercato italiano”.

Insomma, in Germania ha fatto un passo indietro lo scorso agosto ritirandosi da un mercato, in cui (problemi sindacali legati ai riders a parte) il mercato è praticamente monopolizzato da Takeaway, società olandese che nel corso degli anni si è comprata: Lieferservice, Lieaferando, Delivery Hero, Foodora, Pizza, Resto-in.

Ma in Italia gode di ottima salute.

Nata in UK nel 2012, ritenuto uno degli unicorni europei (ha raccolto fondi VC per 1,5 miliardi di dollari), Deliveroo ha puntato molto sull’espansione internazionale: nel 2018 ha registrato un aumento del 72% delle vendite che hanno raggiunto i 476 milioni di sterline, grazie al raddoppio del numero di città in cui opera. Fatto che ha comportato anche perdite per 232 milioni di sterline, riporta The Guardian.

Deliveroo opera in 500 città in 13 mercati in tutto il mondo, tra cui Australia, Belgio, Francia, Hong Kong, Italia, Irlanda, Paesi Bassi, Singapore, Spagna ed Emirati Arabi Uniti.

In Italia compie 4 anni e, come dichiarato dal suo General Manager Sarzana, ha un piano di investimenti consistente volto all’espansione in nuove città: sono 16 i comuni nei quali Deliveroo attiverà i propri servizi di consegna del cibo nel solo mese di ottobre, si tratta di Caserta, Pomigliano d’Arco, San Prisco, Asti, Settimo Torinese, Nuoro, Sestu, Frosinone, Cosenza, Rende, Falconara Marittima, Cecina, Santa Maria degli Angeli, Viserbella e Lipomo e Busnago.

Deliveroo rappresenta una nuova opportunità di business per i ristoranti partner, che possono aumentare il proprio fatturato fino al 30% in più. Nel 2018 il food delivery (secondo i dati Deliveroo) ha generato 350 milioni di euro (+69% rispetto al 2017), senza alcuna sovrapposizione con il business tradizionale dei ristoranti, completando in questo modo la tradizionale offerta rivolta ai consumatori. I ristoranti interessati a diventare partner di Deliveroo possono fare richiesta via web su restaurants.deliveroo.com.

Tutte le città di Deliveroo

Alessandria, Arcore, Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Busto Arsizio, Cagliari, Carpi, Casalecchio di Reno, Cesena, Como, Concorezzo, Curno, Desio, Ferrara, Firenze, Fiumicino, Foggia, Forlì, Gallarate, Garbagnate, Genova, Gerenzano, Imola, Imperia, Induno Olona, Jesolo, La Spezia, Lainate, Latina, Lecce, Lecco, Legnano, Lido di Camaiore, Livorno, Lucca, Messina, Venezia-Mestre, Milano, Modena, Monserrato, Montesilvano, Monza, Napoli, Nerviano, Novara, Olgiate Olona, Paderno Dugnano, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia, Pescara, Piacenza, Pioltello, Pisa, Prato, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Ravenna, Reggio Calabria, Rescaldina, Rho, Roma, Salerno, San Benedetto del Tronto, San Vittore Olona, Sassari, Sassuolo, Savona, Selargius, Taranto, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Verano Brianza, Verona, Viareggio, Vicenza, Vimercate, Viterbo, L’Aquila, Sarzana, Pesaro, Lodi, Brindisi, Siracusa, Pistoia, Terni, Chieti, Asti, Sestu, Settimo Torinese, Busnago, Caserta, San Prisco, Frosinone, Cosenza, Rende, Falconara Marittima, Nuoro, Cecina, Santa Maria degli Angeli, Viserbella, Lipomo, Pomigliano d’Arco.

Nell’immagine di copertina: Matteo Sarzana e Roberto Mancini della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Deliveroo è appena diventato sponsor della maglia azzurra. 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

09 ottobre 2019

Categorie:

Growth, Must Read, Notizie


Articoli correlati
Video Consigliati
reply