Digital skill, gli universitari italiani alla prova dei fatti
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Digital skill, gli universitari italiani alla prova dei fatti

Il digital gap è un problema di portata globale, in alcuni luoghi di più e in altri meno, dovuto a molti fattori, ma di certo alla base c’è la velocità della trasformazione digitale, rispetto alla quale l’adattarsi dell’uomo è stato più lento, soprattutto in ambiti quali quello aziendale, istituzionale, istruzione.

Il risultato è che dalle Università escono bravissimi laureati ma privi di adeguate competenze digitali; che le aziende cerca professionalità del digitale e non le trova; che il mercato del lavoro è schizofrenico, manca completamente il match tra chi offre lavoro e chi cerca lavoro.

 

Il mondo del lavoro è dunque decisamente disrupted dalla trasformazione digitale, molti lavori stanno morendo, altri lavori si stanno evolvendo, nuovi lavori stanno emergendo: ma il gap di competenze digitali che si è venuto a creare è un problema enorme, che anche a livello istituzionale si affronta, basti pensare alle numerose iniziative che la Commissione europea sta mettendo in campo per affrontare la questione, qui un link di approfondimento. 

Secondo i dati elaborati appunto dalla European Commission  – TheDigitalSkillsGapinEurope – in un futuro piuttosto vicino, 9 su 10 lavori richiederanno competenze digitali; purtroppo, l’Europa di oggi non promette bene dal momento che dei 169milioni di europei tra i 16 e i 74 anni solo il 44% possiede capacità digitali di base, l’Italia è in coda alla classifica prima di Cipro, Romania e Bulgaria.

 

 

In questo contesto è importante monitorare in che modo le competenze digitali si stanno evolvendo nel nostro Paese, come ci si prepara all’economia 4.0, in particolare in ambito universitario, che rappresenta la formazione di più alto livello: come si preparano gli universitari italiani all’innovazione digitale?

Ha l’obiettivo di rispondere a questa donmanda la terza edizione de Il futuro è oggi: sei pronto?” l’evento organizzato da University2Business – la società del gruppo Digital360 che facilita l’incontro e le relazioni tra gli studenti universitari e il mondo delle imprese – che si svolgerà venerdì 15 dicembre a Milano (dalle 9:30 alle 13) presso il Politecnico, in Piazzale Leonardo da Vinci, Aula De Donato.

Per l’occasione verranno presentati i risultati dell’omonima ricerca “Il futuro è oggi: sei pronto?”, giunta quest’anno alla sua terza edizione, che ha coinvolto oltre 4mila studenti universitari e 250 manager delle risorse umane delle principali aziende italiane, ponendosi tre obiettivi:

  • analizzare la diffusione delle competenze digitali ed imprenditoriali fra gli studenti universitari e valutarne l’evoluzione nel biennio 2015-2017
  • mappare l’offerta formativa sui temi dell’innovazione digitale e dell’imprenditorialità di tutte le università italiane
  • indagare il punto di vista degli HR Manager in merito alle digital soft skill e alla mentalità imprenditoriale dei talenti del futuro.

L’edizione 2017 dell’appuntamento, oltre al momento di presentazione e discussione della Ricerca, propone due novità, dedicate a raccontare come aziende e giovani affrontano il tema del lavoro.

In particolare, ci sarà uno spazio d’ispirazione in cui tre startup fondate da studenti, e che hanno già raggiunto significativi risultati in termini di performance, racconteranno la propria storia, risponderanno alle domande del pubblico e daranno consigli agli studenti su come affrontare il futuro lavorativo e imprenditoriale. La ricerca mette in luce anche la cultura e la sensibilità imprenditoriale degli studenti, una caratteristica sempre più importante non solo nella sua accezione più tradizionale, cioè come desiderio di avviare una propria attività, ma anche come ‘qualità’ che contraddistingue i ‘talenti’ da inserire in un contesto aziendale.

E un ulteriore momento sarà dedicato a raccontare alcune delle esperienze di gare sulla piattaforma di crowdsourcing University2Business, viste sia dal punto di vista dell’azienda, sia dal punto di vista dello studente,  3 studenti che che si sono distinti nelle gare, saranno premiati.

La partecipazione all’evento è gratuita, puoi iscriverti subito su questa pagina.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

28 novembre 2017

Categorie:

Eventi, Inspiration


Articoli correlati
reply