Investimenti

Edtech: IAG e Angels4Women investono insieme in Futurely

Futurely è una piattaforma di orientamento e career coaching, fondata da due imprenditrici che si rivolge agli studenti universitari. Il round vale 1,5 milioni di dollari

24 Set 2021

“Mariapaola ed io ci siamo incontrate ad Harvard, e Mariapaola mi disse che pensava sarebbe stato bello costruire qualcosa insieme nell’ambito dell’educazione. Per farlo, siamo partite innanzitutto da un’esigenza personale, un volersi comunicare: volevamo far sì che i ragazzi crescessero in audacia, che avessero più consapevolezza di sé e che allargassero i propri orizzonti. Volevamo dire a tutti che realizzare i propri sogni è possibile” – dice a Startupbusiness Elisa Piscitelli, co-fondatrice di Futurely che ha creato insieme a Mariapaola Testa e che oggi annuncia un round di investimento da 1,5 milioni di dollari guidato dai soci di Italian Angels for Growth insieme ad Angels4Women, frutto dell’accordo siglato pochi mesi fa dalle due associazioni a sostegno dell’imprenditoria femminile (di cui abbiamo scritto qui ) , e altri investitori privati, tra cui Diego Piacentini, Riccardo Zacconi e Fabio Mondini. 

Futurely è una piattaforma di orientamento e career coaching digitale che utilizza tecniche sviluppate da psicologi esperti dell’orientamento di Harvard, la startup fondata dalle due imprenditrici che hanno iniziato a lavorare a questo progetto quando Piscitelli stava concludendo il suo master al MIT e Testa stava cominciando l’MBA a Harvard, dopo aver studiato entrambe al Politecnico di Milano e aver intrapreso carriere in società di consulenza strategica di eccellenza. Harvard mette a disposizione diverse risorse per gli studenti e seleziona idee da supportare, la startup è stata selezionata sia dall’I-Lab sia dal Rock Accelerator. 

Il 30% degli studenti universitari è insoddisfatto della propria scelta e il 20% cambia indirizzo dopo il primo anno, con problemi nel lungo termine che hanno ripercussioni sull’occupazione nel nostro Paese, sui talenti e sulla capacità di innovazione. Da qui l’esigenza di guidare i ragazzi verso una scelta universitaria consapevole. Futurely è un percorso digitale di orientamento che guida i ragazzi nella scelta universitaria e nella realizzazione del proprio futuro, sviluppando consapevolezza di sé e del mondo universitario, curiosità e coraggio. Si parte da un percorso di conoscenza di sé – passioni, interessi, competenze – e si arriva a presentare in modo strutturato e completo il mondo universitario. Il percorso utilizza supporti digitali accessibili in modo asincrono e i ragazzi vengono guidati attraverso esercizi assegnati settimanalmente. A completamento del percorso viene rilasciato un attestato di partecipazione. Tra gli strumenti utilizzati: esercizi interattivi, mobile e desktop, video e webinar, colloqui individuali con esperti, test delle inclinazioni, documenti proprietari, risorse esterne. 

“Siamo molto soddisfatte di partecipare e di contribuire a Futurely, una startup fatta per i ragazzi e che parla direttamente a loro. Crediamo fortemente nel potenziale economico e sociale dell’iniziativa e nella eccellenza del team alla guida del progetto e continueremo a sostenerli nello sviluppo e nella crescita. Futurely si inserisce nel settore edtech, un trend che sta rivoluzionando educazione e formazione con nuovi approcci, digitalizzazione e AI”, dichiarano in una note le champion Silvia Pugi (IAG e A4W) e Diana Vaturi (IAG) che seguono attivamente l’investimento. 

“Il co-investimento in Futurely da parte di Angels4Women insieme ai soci di IAG rappresenta un importante passo concreto che va ad attuare e rafforzare la partnership tra i due gruppi di business angel uniti per sostenere l’imprenditoria femminile innovativa. Abbiamo creduto in Futurely prima di tutto poiché la determinazione e la preparazione di Elisa e Mariapaola ci hanno subito convinto, dimostrando l’importanza di una leadership femminile forte, e poiché pensiamo sia fondamentale sostenere persone giovani che investono nella formazione di altri giovani, attingendo a piene mani alle competenze che si sono create e sviluppate fra Italia e USA”, afferma Lorenza Morandini, managing director e board member di Angels4Women. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4