investimenti

Five Elms investe 15 milioni di dollari in ShippyPro

La scaleup italiana della logistica chiude un nuovo round con l’investitore amercano che già aveva creduto negli imprenditori di Firenze nel 2021

Pubblicato il 07 Nov 2023

Francesco Borghi, CEO di ShippyPro

ShippyPro la piattaforma per la gestione delle spedizioni omnicanale, annuncia un aumento di capitale da parte dell’americana Five Elms Capital di 15 milioni di dollari. Il fondo americano, che aveva già investito nell’azienda nel 2021 con un round di Serie A da 5 milioni di dollari, dopo due anni conferma quindi di puntare su ShippyPro come principale piattaforma tecnologica per la logistica a livello globale.

La scaleup italiana ha raggiunto il break even fin dal primo anno di attività. ShippyPro ha costruito così un hub tecnologico, attraendo talenti da tutto il mondo, e ora si prepara a una nuova fase di crescita internazionale. Le nuove risorse andranno a supportare l’espansione internazionale dell’azienda, che ha già all’attivo clienti da più di 36 Paesi, con l’apertura nuove sedi internazionali un piano di assunzioni che prevede l’inserimento di nuovi talenti entro la fine del 2024, in particolari in ruoli strategici nei dipartimenti di ingegneria, prodotto e vendite.

Espansione globale

Nata nel 2016 a Firenze da un’idea di Francesco Borghi che ne è il CEO e Lorenzo Rogai, CTO, con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo delle spedizioni e della logistica grazie alla tecnologia, ShippyPro si concentra sulla capacità di fare innovazione continua e sfruttare opportunità tecnologiche per rispondere ai bisogni emergenti, prima degli e-commerce, ora dei più grandi retailer omnicanale. ShippyPro rappresenta oggi l’infrastruttura tecnologica per la logistica globale dei più grandi marchi internazionali, da Venchi a Diesel e Guess, che utilizzano la piattaforma per gestire le spedizioni e la logistica di e-commerce, retailer e magazzini in tutto il mondo.

WHITEPAPER
Industria 4.0, ecco come accedere ai fondi della Nuova Sabatini
Protocolli IoT
Machine to machine

“Quella della semplificazione della logistica globale è una sfida ambiziosa e di grande impatto. I nostri clienti gestiscono già oggi con ShippyPro milioni di spedizioni ogni settimana, in tutto il mondo e su tutti i canali: questo significa dalla nostra piattaforma aiutiamo i nostri clienti a gestire le loro spedizioni da tutti i loro magazzini e punti vendita nazionali e internazionali – dichiara in una nota Francesco Borghi  – . Le nuove risorse, esclusivamente dedicate alla crescita, arrivano per aiutarci nella missione di diventare l’infrastruttura globale per la logistica omnichannel, e saranno destinate all’apertura di nuovi uffici all’estero per velocizzare la nostra espansione, oltre che alla crescita dell’hub tecnologico di Firenze, che rappresenta già oggi uno dei poli tech più grandi in Italia. Abbiamo investito e continueremo a investire sulle nostre persone: siamo orgogliosi di aver riportato in Italia tanti “cervelli di ritorno”, professionisti italiani che hanno costruito le loro carriere all’estero nelle principali big tech, e sono tornati per sposare la visione di ShippyPro. Insieme a loro, continueremo a produrre innovazione, con un focus per i prossimi 24 mesi su come rendere la logistica non solo più efficiente, ma anche più sostenibile”.

“Vediamo in ShippyPro un’azienda con un fortissimo potenziale di espansione globale già da anni affermata come leader tra le piattaforme tecnologiche per la logistica, proprio perché è riuscita a fornire una soluzione mission-critical di cui i clienti non possono fare a meno, come dimostrano alcuni dei noti marchi internazionali che oggi utilizzano la piattaforma – dice Stephanie Schneider, partner di Five Elms – . Siamo entusiasti di continuare la nostra partnership poiché riteniamo che l’azienda sia ben posizionata per continuare a scalare a livello globale, soprattutto grazie alle funzionalità che consentono ai brand di gestire le consegne a livello globale e di semplificare e ottimizzare la gestione di funzionalità strategiche come i resi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4