Europa

Fusione Gorillas Frichti, l’asse franco tedesco del quick commerce

Le due aziende del quick commerce intendono dare vita a un gruppo europeo capace di espandere e fare evolvere i servizi di delivery in tutta Europa

30 Gen 2022

Si fa sempre più competitivo il mercato del delivery di prodotti alimentari (e non solo) in Europa. Mentre il gruppo Rohlik è prossimo al debutto in Italia con il marchio Sezamo, e startup made in Italy crescono in modo deciso come è per esempio il caso di Macai, arriva l’annuncio da parte di Gorillas che a ottobre 2021 ha annunciato un round da quasi un miliardo di euro guidato da Delivery Hero, che ha definito l’accordo per fondersi con la francese Frichti. Le due realtà sono in trattativa per dare nuova forma al futuro del quick commerce attraverso l’accesso immediato a prodotti selezionati, più freschi e locali. L’efficienza operativa e l’esperienza di Frichti nei segmenti delle private label e del ready to eat raggiungeranno comunità più ampie attraverso la solida rete globale di Gorillas.

Frichti, fondata nel 2015, è cresciuta fino a diventare protagonista nazionale nella consegna istantanea di cibo e generi alimentari in Francia. Consegnando generi alimentari freschi, private label e pasti pronti a oltre 450mila clienti in otto città in Francia e Belgio, l’azienda ha costruito una solida rete operativa e ad ampio raggio, un marchio forte e una comunità di clienti fidelizzati in entrambi i mercati. Avendo sviluppato le migliori conoscenze e tecnologie negli ultimi sei anni, Frichti è una delle prime aziende del settore ad aver raggiunto la redditività.Fondata a Berlino nel giugno 2020, Gorillas è cresciuta rapidamente diventando l’unicorno più veloce di Europa e conta oggi 12mila dipendenti in 60 città, tra cui Amsterdam, Londra, Parigi, Madrid, New York, Milano e Monaco di Baviera. Gorillas sarà in grado di ampliare la propria impronta locale, permettendo ai clienti di tutta la Francia di accedere a un’eccellente selezione di prodotti. Le categorie di meal kit, private label e alimentari di Frichti completano perfettamente i prodotti locali e le partnership di Gorillas, creando una selezione unica di prodotti multi-categoria. Frichti e Gorillas condividono l’impegno di offrire prodotti freschi, di provenienza locale e di alta qualità a milioni di clienti in tutta Europa che cercano di mangiare e vivere bene.Unendo le forze con Frichti, Gorillas invia un forte segnale al mercato europeo. La lunga esperienza di Frichti nella costruzione di una rete operativa sostenibile, così come la loro solida infrastruttura tecnologica, completerà le attività di Gorillas in tutti i suoi mercati internazionali. Con la comprovata esperienza di Gorillas nello sviluppo di attività e nel costruire modelli nazionali, le due aziende daranno insieme forma alla prossima generazione di consegna on-demand in Europa e oltre.  Kagan Sümer, fondatore e CEO di Gorillas dice in una nota: “Frichti è un brand di ispirazione con talenti e valori incredibili. Quello che Julia, Quentin e il team di Frichti hanno creato in Francia è eccezionale. Non sono solo una delle prime aziende ad aver scoperto l’immenso potenziale del quick commerce, ma anche una delle prime a muoversi nei segmenti delle private label e del ready to eat. Siamo elettrizzati dalle nostre decisioni e dall’allineamento su ciò che vogliamo costruire insieme. È entusiasmante l’impegno a fornire ai consumatori un accesso immediato ai loro bisogni essenziali. Non vediamo l’ora di collaborare con Frichti e di accoglierli nella famiglia Gorillas”. Julia Bijaoui, co-fondatrice e co-CEO di Frichti aggiunge: “Con Gorillas abbiamo trovato il partner perfetto per compiere il prossimo step verso l’espansione globale. Entrambi condividiamo valori e cultura aziendale e, soprattutto, abbiamo una visione simile del consumatore. Non potrei pensare a un’accoppiata migliore e sono entusiasta del nostro percorso futuro come azienda comune”. Quentin Vacher, co-fondatore e co-CEO di Frichti sottolinea: “Credo che stiamo costruendo il prossimo modello di commercio che potrebbe rivelarsi la più grande rivoluzione del secolo nel modo in cui facciamo la spesa e sono contento di poterlo fare con i migliori partner e team sul mercato”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3