Hack for Italy, da domani l'hackathon online contro Covid-19
Hack for Italy, da domani l’hackathon online contro Covid-19

“L’idea di Hack the crisis nasce in Estonia grazie all’acceleratore Garage 48, che ha organizzato un hackathon online in 6 ore, proprio sulla tematica del contrasto al Covid-19. Da li l’iniziativa si è diffusa in tutta Europa, seguendo linee guida semplici ed efficaci – spiega a Startupubusiness Olekasandr ‘Sasha’ Komarevich, team leader di Hack for Italy – In poco tempo, coinvolgendo una serie di amici attivi negli ambiti tech ed eventi, abbiamo contattato gli organizzatori e coinvolto molte persone entusiaste dell’iniziativa. Abbiamo poi avuto il supporto di sempre più player dell’ecosistema startup italiano e siamo riusciti a mettere insieme volontari e mentor in diversi settori per realizzare Hack for Italy, tutto in meno di una settimana”.

Hack for Italy è un evento pubblico online che unisce sviluppatori, designer, imprenditori, esperti sanitari, ricercatori, creativi e non solo nell’affrontare l’imminente crisi dovuta al virus SARS-Cov-2. I partecipanti metteranno in campo le proprie competenze per trovare soluzioni innovative per contrastare la crisi. Verranno condivise idee su come risolvere problemi nei settori dell’educazione e della sanità, e si cercheranno soluzioni per affrontare questioni come la sanità mentale, la disponibilità e distribuzione del cibo, la logistica e i trasporti, e l’occupazione. L’iniziativa è parte di Hack the crisis  movimento globale, lanciato dall’acceleratore estone Garage48 e già organizzato in Germania, Finlandia, Estonia, Lettonia, Polonia, Belgio, Danimarca al quale un gruppo di volontari della comunità startup italiana si è unito per portare lo stesso movimento in Italia.

“Fare un hackathon online è un modo molto efficace per unire l’esperienza di professionisti come medici e insegnanti, che hanno un ruolo fondamentale perché possono raccontare i problemi reali che l’emergenza del coronavirus sta causando, alle competenze di tutte le persone che lavorano nel mondo tech – aggiunge Komarevich – Grande lavoro, a tal proposito, verrà svolto dai mentor, che dovranno indirizzare la discussione: i partecipanti vedranno online la lista dei mentor e le loro competenze e potranno declinare i problemi, ragionare delle migliori opzioni e sviluppare con loro nuove soluzioni per migliorare la vita delle persone. La sfida è creare progetti che possano poi essere applicati concretamente, attraverso necessarie fasi di testing, rendendoli accessibili attraverso modalità Open Data”.

Hack for Italy è infatti focalizzato sul trovare soluzioni innovative alla crisi causata dall’epidemia del nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

L’hackathon online inizierà domani venerdì 27 marzo e sarà interamente organizzato da remoto, usando le più aggiornate tecnologie video e di piattaforma online. Durante questo evento di quasi tre giorni, ogni team avrà il compito di sviluppare una soluzione concreta agli obiettivi prescelti. I partecipanti possono registrarsi sia come parte di un team sia individualmente. Una sessione online di chiusura avrà luogo domenica 29 marzo, durante la quale i risultati raggiunti saranno presentati al pubblico. La sessione di chiusura sarà fruibile da chiunque è interessato grazie ad un live stream.

Tra i partner dell’iniziativa ci sono: LVenture Group ; Startup Wise Guys ; The Startup Training . “Crediamo sia importante, in questa fase molto delicata per il nostro Paese, sostenere iniziative come Hack for Italy che puntano a stimolare la creazione di soluzioni innovative in diversi settori per contrastare l’epidemia e il suo impatto negativo sulla società. Stiamo assistendo in questi giorni al moltiplicarsi di attività rivolte a migliorare la vita dei cittadini e a intercettare i bisogni della nostra comunità da parte di tutto l’ecosistema startup italiano, a partire dalle startup del nostro portafoglio e siamo convinti che proprio lo sviluppo di nuove tecnologie assieme alla grande capacità di adattamento delle startup possano generare quelle innovazioni in grado di dare un contributo fondamentale per superare questa situazione”, ha affermato in una nota Luigi Capello, CEO di LVenture Group.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

26 Marzo 2020


Articoli correlati
Video Consigliati
reply