Eventi

Il premio IMSA per la startup dell’anno

Il Premio IMSA – Italian Master Startup Award, promosso da PNICube e l’Università degli Studi Federico II, è destinato alle startup che hanno evidenziato le migliori performance sul mercato. I vincitori saranno annunciati nell’evento del 23 settembre, ecco chi si contende il riconoscimento

20 Set 2021

Un premio per le startup che stanno vincendo il confronto con il mercato, l’unica vera misura che ci dice se un prodotto, una strategia e un team funzionano. In questa edizione di IMSA – Italian Master Startup Award, la 15sima, sono 13 le giovani aziende (la maggior parte spin off universitari) che si sono distinte per le perfomance di mercato e che parteciperanno all’evento finale che incoronerà la vincitrice, che si svolgerà il prossimo 23 settembre presso il Polo Tecnologico di San Giovanni a Teduccio (NA), con il supporto della fiera itinerante sulle innovazioni Innovation Village (https://innovationvillage.it) e dell’European Council for Small Business (www.ecsb.org), il maggiore circuito associazionistico Europeo sull’imprenditorialità.

Ecco le startup in lizza, che arrivano da tutta Italia:

  1. SmartFluidPower (https://smart.fluidpower.it) spin-off dell’Università di Modena e Reggio Emilia, si occupa di simulazione di componenti e sistemi nel mondo dell’oleodinamica. La simulazione permette la verifica funzionale del componente o del sistema e l’ottimizzazione delle sue prestazioni. Testare virtualmente diversi design e combinazioni consente di ridurre il numero di prototipi fisici e test sperimentali.
  2. Serviloo (https://serviloo.it) piattaforma web e a breve disponibile per mobile, permette di prenotare pulizie domestiche e professionali. L’azienda introduce una forte innovazione in un settore, quello delle pulizie, che seguiva logiche vecchie, legate per lo più al passaparola.
  3.  BbSof (https://www.bb-sof.com) progetta e produce hardware e software per il settore biomeccanico con l’obiettivo di supportare i professionisti dello sport (allenatori, preparatori fisici, personal trainer) nella programmazione di allenamenti personalizzati per gli atleti. La missione dell’azienda è quella di promuovere la prevenzione e un ritorno in sicurezza in campo, garantendo le prestazioni degli atleti nel tempo e riducendo il rischio di infortuni e i costi associati.
  4. Pin Bike (https://www.pinbike.it) ha creato un sistema che permette a un’amministrazione comunale di rilasciare rimborsi economici certificati al bike to work. È un sistema brevettato di certificazione del traffico su due ruote pratico, economico e trasparente, e consente di monitorare il traffico urbano in bici con report che indichino in quali giorni, i percorsi e in che modalità l’utente si è diretto al lavoro o a scuola.
  5. Finapp (https://www.finapptech.com/) spinoff dell’università di Padova, nata nel 2019, produce sonde CRNS – cosmic ray neutron sensing – in grado di determinare il contenuto d’acqua nel terreno, nella biomassa, nella neve consentendo di fornire in tempo reale indicazioni per ottimizzare tempi e modalità di irrigazione.
  6.  M2Test (https://www.bestest.it/) spinoff dell’università di Trieste, consente un test per la diagnosi, il monitoraggio e la prevenzione delle alterazioni della struttura ossea. Può essere considerata una biopsia virtuale dell’architettura ossea del paziente, ottenuta da immagini radiografiche.
  7. Tolemaica (https://www.tolemaica.it) startup innovativa fondata nel 2015 ha sviluppato soluzioni base per la certificazione con valore legale di data e luogo di fotografie, video, audio e telefonate. L’azienda ha dedicato i primi 2 anni di vita allo sviluppo di soluzioni prototipo e copertura brevettuale della tecnologia.
  8.  Dinja (https://www.dinja.it) startup innovativa composta da un team di giovani esperti digitali che, dopo oltre dieci anni di esperienze lavorative presso multinazionali del settore IT, hanno deciso di sviluppare e commercializzare soluzioni tecnologiche, hardware e software, per il mercato retail.
  9.  Moi composites (https://www.moi.am/) spin-off del Politecnico di Milano, progetta e realizza pezzi unici o piccole serie mediante la stampa 3D, grazie a un’esclusiva tecnologia di additive manufacturing in grado di creare oggetti ad elevate prestazioni, orientando le fibre in funzione del carico che dovranno sopportare.
  10. Nexton (https://www.nextonideas.com) startup che sviluppa e fornisce soluzioni tecnologiche per città smart con la visione di sostenere e dare un contributo attivo a un mondo più sostenibile, accelerare la rivoluzione digitale e partecipare alla transizione verso un uso più sostenibile ed efficiente delle risorse.
  11. Latitudo 40 (https://www.latitudo40.com) startup innovativa accelerata da Techstars a Torino offre servizi di analisi geospaziali per agricoltori, municipalità, aziende e operatori nel settore real estate e utilizzando immagini satellitari di osservazione della terra e algoritmi di intelligenza artificiale fornisce informazioni utili al decision making.
  12. Relief (https://www.reliefsrl.com) spin-off dell’Università Sant’Anna di Pisa sviluppa, produce dispositivi biomedicali per l’incontinenza urinaria – disfunzione che colpisce circa 500 milioni di persone nel mondo di cui 3 milioni sono in  Italia. Ha ideato un dispositivo endouretrale mininvasivo per pazienti affetti da incontinenza grave.
  13. 110 Laude (https://www2.unimol.it) spin off dell’Università del Molise opera nel campo fintech proponendo servizi ad alto contenuto tecnologico che, attraverso la raccolta e il monitoraggio costante dei dati, analizzano lo stato di salute finanziario dell’impresa e propongono soluzioni efficienti per guidare in tempo reale le decisioni. Sofisticati algoritmi, segnalano per tempo situazioni di allerta

L’evento, che sarà trasmesso in streaming sul portale www.innovationvillage.it, vedrà naturalmente la partecipazione con i pitch delle 13 startup finaliste, ma non mancheranno momenti di confronto più ampio sui temi dell’innovazione grazie alla tavola rotonda con gli interventi del Presidente di Unioncamere Andrea Prete, del Ceo di Eureka! Venture Sgr Stefano Peroncini, della Presidente del Board dell’European Council for Small Business Ulla Hytti, del direttore di StartCup Campania Giuseppe Gaeta, del Ceo di Mito Technology Francesco De Michelis.

Il vincitore IMSA, selezionato da una Giuria di operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa, si aggiudicherà un premio di 5mila euro e la sottoscrizione e l’accesso a tutti i contenuti per un anno dell’European Council for small business.

locandina premio IMSA

Photo by Florian Schmetz on Unsplash

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4