vc voice

Indaco Bio, closing a 95 milioni di euro per il fondo biotech

Indaco Venture Partners annuncia il nuovo fondo partecipato da Fondo Europeo per gli Investimenti, CDP Venture Capital, Intesa Sanpaolo, Quaestio e Inarcassa

17 Mag 2022
Il team di Indaco Bio

Indaco Venture Partners annuncia il primo closing a 95 milioni di euro del nuovo fondo Indaco Bio totalmente dedicato al biotech e pharma ovvero allo sviluppo di farmaci innovativi. 

I capitali raccolti saranno investiti per sostenere aziende e imprenditori impegnati nello sviluppo di farmaci :molecole, terapie geniche e cellulari, vaccini, ecc, destinati a diverse indicazioni cliniche patologiche, con particolare attenzione a quelle relative al sistema nervoso centrale, all’oncologia, oftalmologia, alle malattie metaboliche e a quelle infettive.

L’obiettivo sarà di supportare lo sviluppo del farmaco dalle fasi precliniche a quelle cliniche.  Gli investimenti saranno per lo più in realtà italiane, ma in maniera selettiva anche in Europa, Nord-America e Israele.  La strategia del fondo prevede sia il supporto alle nuove startup early stage, nate dai laboratori di ricerca scientifica, sia il finanziamento di round serie A e successive.

Partecipano alla raccolta del nuovo fondo il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI), CDP Venture Capital attraverso il fondo di Technology Transfer, Intesa Sanpaolo, Quaestio SGR, e Inarcassa.  

Il team di Indaco Bio è composto da Elizabeth Robinson, vice presidente di Indaco SGR, key-manager e membro del comitato investimenti di Indaco Bio, Davide Turco, amministratore delegato di Indaco SGR, key-manager e membro del comitato investimenti di Indaco Bio, e Giovanni Rizzo, partner Fondo Indaco Bio, key-manager e membro del comitato investimenti di Indaco Bio. 

“La ricerca farmaceutica e in modo particolare quella nel settore delle biotecnologie sono oggi al centro dell’attenzione pubblica. Per questa ragione, gli investimenti in scienza, ricerca e innovazione diventano, oggi più che mai, un motore fondamentale per rafforzare le realtà imprenditoriali nascenti e per attrarre ulteriori finanziamenti. Dobbiamo consolidare e accrescere le leve economiche per innescare un circolo virtuoso in grado di valorizzare al meglio le eccellenze del nostro Paese”, commenta in una nota Elizabeth Robinson. “L’avvio di Indaco Bio concretizza un progetto che stiamo coltivando da tempo e che trova le sue basi negli investimenti già avviati nel comparto dal nostro fondo Atlante Seed. Indaco Bio consolida il ruolo di Indaco SGR come gestore di venture capital in grado di sviluppare una pluralità di piattaforme specialistiche che approfondiscono ed allargano la capacità di Indaco di contribuire alla crescita delle startup italiane con progetti ambiziosi e di respiro internazionale”, aggiunge  Davide Turco. “L’Italia eccelle nella ricerca accademica scientifica e nel settore biotecnologico. Ma per creare farmaci sicuri ed efficaci è necessario mettere a frutto questa ricerca attraverso esperienze e competenze sempre più consolidate. In Italia stiamo assistendo alla creazione di un ecosistema di sviluppo del farmaco importante e Indaco Bio, in collaborazione anche con player nazionali e internazionali, potrà mettere a disposizione la sua competenza ed esperienza per supportare lo sviluppo di terapie innovative per i pazienti”, sottolinea Giovanni Rizzo.

“Abbiamo visto negli ultimi anni quanto la ricerca applicata al pharma e a tutto il segmento della drug discovery possa incidere sulla qualità della vita dei cittadini e sul ruolo che vogliamo avere come sistema-Paese nel futuro. – dice Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di CDP Venture Capital – . La partnership di co-investimento con FEI nasce proprio con l’obiettivo di sviluppare una nuova generazione di gestori, come Indaco Bio, in grado di comprendere la complessità di portare sul mercato invenzioni completamente nuove nate in laboratorio e di dare sostegno a giovani realtà imprenditoriali in grado di offrire soluzioni alle grandi sfide del nostro tempo”. “La pandemia ha evidenziato ulteriormente l’importanza strategica del settore biotech, fondamentale per la ricerca e lo sviluppo di terapie contro coronavirus e altre malattie infettive – afferma  Alain Godard, Amministratore Delegato FEI – . Sono lieto di annunciare che l’eccellente collaborazione fra il FEI e CDP Venture Capital ha dato vita all’investimento congiunto in Indaco Bio, un fondo dedicato allo sviluppo di nuovi farmaci e terapie che contribuirà a creare un ecosistema di imprese biotech innovative sul territorio, aiutando l’industria farmaceutica italiana a consolidare la propria posizione di leadership a livello europeo.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link