investimenti

Indigo.ai, ulteriori 2,5 milioni di euro dal Gruppo Vedrai

Nuovo investimento nella startup che sviluppa soluzioni di customer care basate su intelligenza artificiale che rappresenta anche un consolidamento strategico

Pubblicato il 10 Gen 2024

I co-fondatori di Indigo.ai

Indigo.ai, startup che aiuta le aziende a evolvere la propria customer experience grazie all’intelligenza artificiale conversazionale, fa sapere di aver chiuso un round di finanziamento da 2,5 milioni di euro per accelerare la crescita e gestire al meglio le opportunità offerte dalla costante trasformazione del mercato.

L’investimento è stato condotto dal Gruppo Vedrai, che nel 2022 aveva già acquisito il 60% di Indigo.ai con l’obiettivo di supportare lo sviluppo dell’azienda e avviando una proficua collaborazione tra le due realtà del nuovo made in Italy tecnologico.

Nata nel 2016 dalle idee innovative dei suoi cinque fondatori, Indigo.ai si è da sempre distinta con soluzioni all’avanguardia in grado di ascoltare e rispondere concretamente alle esigenze del mercato. Grazie all’intelligenza artificiale, ai più avanzati modelli linguistici e a tecnologie di IA generativa, l’azienda mette, infatti, a disposizione una piattaforma che permette di progettare assistenti virtuali di ultima generazione al fine di aumentare le vendite, migliorare la relazione con gli utenti e ottenere insight sulla propria base clienti.

Sinergie di gruppo

Questo nuovo round di finanziamento si iscrive nell’ottica di consolidare la posizione di Indigo.ai sul mercato italiano, sviluppando ulteriormente la strategia di crescita dell’azienda. Con un focus specifico sul 2024, la roadmap futura si basa sull’ampliamento delle soluzioni tecnologiche, supportato dal consolidamento del modello di vendita e dal rafforzamento del network di partner. Per l’operazione, indigo.ai si è avvalsa del supporto di Growth Capital in qualità di advisor finanziario.

WHITEPAPER
Ecco il toolbox tecnologico di cui la tua azienda ha (molto) bisogno
Open Innovation
Startup

“Mai come oggi, la customer experience riveste un ruolo cruciale per il successo delle aziende, rappresentando la base del rapporto di fiducia con i clienti. Il nostro obiettivo è proprio quello di facilitare il dialogo con gli utenti, offrendo alle aziende soluzioni basate sull’IA, innovative e facili da utilizzare anche da parte di chi non dispone di un background tecnico. Siamo orgogliosi dei traguardi raggiunti finora, che ci hanno permesso di sviluppare una profonda esperienza nel campo della conversational AI – dice in una nota Gianluca Maruzzella, co-fondatore e CEO di Indigo.ai -. Ora, grazie alla rinnovata collaborazione strategica con Vedrai, resa possibile anche con il supporto di Growth Capital, siamo pronti per proseguire ulteriormente lungo il nostro percorso di sviluppo, che per il 2024 prevede un piano di crescita basato su investimenti che ci consentano di sfruttare appieno le opportunità offerte dalle costanti evoluzioni della tecnologia. Puntiamo al consolidamento del mercato, rafforzando inoltre le partnership già in essere e avviandone di nuove”.

“Questo nuovo investimento costituisce un passo in avanti nella collaborazione tra Vedrai e Indigo.ai, confermando il valore di un progetto che sta rispettando tempi e aspettative, nonché la strategia di mettere a fattor comune la mission delle due realtà di rendere l’intelligenza artificiale uno strumento democratico – aggiunge Michele Grazioli, presidente di Vedrai -. La tecnologia di Indigo.ai rappresenta un asset fondamentale su cui far leva per rispondere tempestivamente alle evoluzioni del mercato, consentendo alle aziende di restare competitive. Insieme, siamo riusciti a raggiungere un numero sempre più ampio di settori e siamo entusiasti di poter continuare a supportare il team nel portare sempre più avanti la frontiera dell’AI al servizio delle aziende”.

Indigo.ai vanta importanti collaborazioni con aziende operative in diversi settori, tra cui Telepass, Bayer, Santander Consumer Bank, Lavazza, Würth Italia e Spiagge.it, restando costantemente al passo con le esigenze in evoluzione del mercato. Per esempio, la startup che offre sostegno psicologico a distanza Unobravo è stata una delle prime realtà ad aver adottato la nuova “metodologia ad agenti” recentemente introdotta da indigo.ai.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4