investimenti

Investimento da 10 milioni di euro per Resalis Therapeutics

La startup biotech lavora a farmaci per combattere l’obesità, tra gli investitori Sunstone Life Science Ventures e Claris Ventures

Pubblicato il 08 Gen 2024

Resalis Therapeutics annunciato di avere chiuso un round di finanziamento di 10 milioni di euro (11 milioni di dollari), si tratta del round serie A che segue il seed round di pari valore avvenuto a fine 2022. L’operazione è guidata da Sunstone Life Science Ventures e vede la partecipazione di investitori esistenti, tra cui Claris Ventures e angel investor.

I nuovi fondi saranno utilizzati per avviare e completare il primo studio clinico di Fase 1 sull’uomo e per raggiungere la Fase 2 del programma principale di Resalis che si identifica in RES-010 nell’obesità. RES-010 è un composto a base di RNA non codificante progettato per fornire un approccio modificante la malattia nell’obesità con una riduzione del peso più duratura e la capacità di estendere la durata del trattamento in combinazione con i farmaci approvati, come gli agonisti del recettore GLP-1.

“Il successo del round serie A è un’importante pietra miliare per Resalis, perché ci consentirà di raggiungere la fase clinica e di raggiungere il prossimo importante punto di inflessione con il nostro candidato principale, RES-010. Con RES-010 puntiamo a fornire una terapia che riduca con precisione la massa grassa nell’obesità con il potenziale di estendere la durata delle terapie esistenti. Apprezziamo la fiducia e il sostegno dei nostri dei nostri nuovi e attuali investitori e attendiamo con impazienza questa prossima fase di sviluppo – dice in una nota Alessandro Toniolo, CEO di Resalis Therapeutics – L’approccio terapeutico di Resalis si basa su una scienza innovativa che ha portato rapidamente allo sviluppo di un candidato principale, ora in fase di sviluppo e in procinto di essere valutato clinicamente”. La conservazione della massa muscolare è fondamentale per fornire un beneficio clinico duraturo e significativo, e noi condividiamo la visione del team che questo farmaco non-GLP1/GIP migliorerà significativamente sia l’effetto sia la tollerabilità delle terapie attuali.

“Questo investimento sottolinea la nostra fiducia nella visione dell’azienda e nel potenziale di trasformazione del suo candidato principale in grado di avere un impatto significativo sui pazienti obesi”, dice Claus Andersson, general partner di Sunstone Life Science Ventures, che a seguito del round entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di Resalis.

Pietro Puglisi, managing partner di Claris Ventures e presidente del consiglio di amministrazione di Resalis Therapeutics, aggiunge: “Negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli progressi nel trattamento dei disturbi metabolici, tuttavia, persiste l’esigenza critica di soluzioni innovative che possano sia fornire effetti terapeutici ortogonali e aprire la strada a terapie combinate. Attendo con ansia di continuare a collaborare con l’eccezionale team di Resalis e di dare il benvenuto a Claus come nuovo membro del Consiglio di Amministrazione di Resalis”.

Combattere l’obesità

Resalis ha una profonda conoscenza del campo degli ncRNA e delle terapie mirate all’RNA nella salute umana e nei disturbi metabolici. Il candidato principale dell’azienda, RES-010, è un oligonucleotide antisenso oligonucleotide che ha come bersaglio il miR-22, un attore centrale nella regolazione del metabolismo lipidico e del consumo energetico. In molteplici studi proof-of-concept in modelli animali di grandi e piccole dimensioni, RES- 010 ha dimostrato di poter fornire una risposta efficace al problema del metabolismo lipidico. Resalis prevede di avviare uno studio clinico di Fase 1 per valutare la sicurezza e l’efficacia di RES-010 nella prima metà del 2024. RES-010 è protetto da brevetto negli Stati Uniti, Giappone e Cina e in attesa di brevetto nell’UE. (Foto di i yunmai su Unsplash )

DIGITAL360 AWARDS
Candida il tuo progetto e diventa promotore della trasformazione digitale!
Open Innovation
Startup
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link