La Grande mela e le startup con VentureOutNY - Startupbusiness
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
La Grande mela e le startup con VentureOutNY

Carlo De Micheli è il fondatore di Savesquared e grazie alla call di Startupbusiness ha partecipato con la sua startup alla settimana dedicata alle startup italiane a New York lo scorso dicembre, ecco il suo breve racconto

Un dicembre pronto al Natale, le lucine che ricoprono i palazzi, l’accensione dell’albero al Rockfeller Center, e la neve che non è ancora arrivata. È questo ciò che mi viene in mente pensando a New York City, dopo l’esperienza di VentureOutNY. Un giorno di preavviso e tanta voglia di partire, insieme ad altri giovani startuppari italiani curiosi di vedere cosa può offrire la “grande mela”. Un tour fra incubatori, investitori, acceleratori e servizi per startup, gratuito e sponsorizzato. Organizza Brian Frumberg, un newyorkese simpatico e iperattivo che ogni mese fa da guida agli imprenditori di una nazione diversa, creando un network di talenti con lo scopo di portare nel territorio USA l’operatività di startup globali.

Un tour che tocca tutti i punti essenziali dell’ecosistema delle startup di New York, partendo da Alley NYC, uno degli spazi di co-working più noti, casa di LeanStartupMachine. Uno spazio luminoso, immerso nel centro di Manhattan sulla 7th Avenue.

Il primo giorno si passa dagli uffici del sindaco per vedere una presentazione sul rinnovo della città negli ultimi anni. I newyorkesi vanno matti per il “high line”, una linea del tram sopraelevata abbandonata e convertita in area verde, contenti loro.

Il secondo giorno è stato caratterizzato da una serie di elevator pitch ad acceleratori, come l’Entrepreneurs Roundtable Accelerator, e l’incubatore del Politecnico, NYU Poli, con un rapido feedback su ogni startup seguito da una sessione di Q&A.

Interessante l’incontro con uno degli sponsor, Skaled, che invece del solito “sales pitch” a cui siamo abituati, ha presentato una lezione completa sulla scalabilità dei business. Particolare attenzione viene posta sul marketing e sulle tecniche di vendita.

Il terzo giorno è stato quello dell’investor-day, con partecipanti del calibro di Brian Cohen, uno dei più noti business angel di NY, e Alessandro Piol, autore di “Tech and the City”.

Negli ultimi mesi sono passate attraverso il programma di Brian molte startup internazionali, non solo dall’Italia, ma anche dalla Germania, Francia, Portogallo e Brasile. Le prossime saranno Canadesi, con il tour VentureOutCanada previsto per fine marzo 2014.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

19 febbraio 2014

Categorie:


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply