investimenti

La palestra tecnologica di Akuis raccoglie un milione di euro

Akuis raccoglie un milione di euro da investitori privati tra cui Fabio Nalucci e la famiglia Franzolin-Michelon per sviluppare la sua innovativa palestra tecnologica Sintesi

29 Giu 2021

Akuis, azienda fondata e gestita da Alessandro Englaro e Mattiarmando Chiavegato, annuncia di avere chiuso un round seed da un milione di euro. 

L’operazione di co-investimento segue due precedenti round di family&friend e business Angels da 950 mila euro in cui investirono anche i fondatori.

Fabio Nalucci, la famiglia Franzolin-Michelon e Alessandro Dondè di Ledragomma, questi i nomi dei nuovi investitori che supporteranno Akuis anche grazie alle rispettive competenze: Nalucci – fondatore e Ceo di Gellify, contribuirà allo sviluppo della componente digital e analytics, mentre la famiglia Franzolin-Michelon fornirà il know-how per la componente di prodotto, grazie alle esperienze derivanti dalle proprie attività imprenditoriali principali, tra cui Unox, realtà specializzata nello sviluppo di forni professionali tecnologicamente avanzati.

Akuis nasce nel 2018 da un’idea di Alessandro Englaro e Mattiarmando Chiavegato che hanno sviluppato la smart gym Sintesi, l’innovativa stazione multifunzione che rivoluziona il modo di allenarsi a casa così come in palestra, perché racchiude in soli due metri quadri di spazio tutte le macchine presenti in un centro fitness.

Tramite la piattaforma Sintesi, le cui tecnologie di avanguardia sono brevettate a livello internazionale, Akuis si pone l’obiettivo di aiutare le persone a raggiungere il benessere fisico anche restando a casa propria. Non si tratta solo di uno strumento per home fitness, palestre boutique e fisioterapisti, ma di una vera e propria piattaforma di allenamento che coniuga la componente fisica a quella digitale per guidare l’utente passo dopo passo nell’esecuzione degli esercizi e per seguirlo nei suoi graduali miglioramenti anche con l’aiuto di un personal trainer virtuale, che lavora sulla performance fisica e sulla motivazione.

La startup nasce e si colloca in un contesto di mercato con ampie potenzialità, sia in termini di prospettive che di numeri: secondo la società americana di ricerche di mercato Industry Stats Report la dimensione del mercato globale home fitness è stata valutata a 23 miliardi di dollari nel 2025, crescendo a un Cagr del 13,1% dal 2018 al 2025.

Akuis, guidata da Alessandro Englaro e con un team di 11 persone fortemente appassionate, ha già dimostrato di poter crescere in modo superiore ai dati di mercato, con un Cagr che si è attestato a 357% nei primi tre anni di attività e dovrebbe rimanere intorno al 250% da qui al 2024.

L’operazione di co-investimento permetterà ad Akuis di continuare nel proprio percorso di crescita, fornendo le risorse e le competenze necessarie per affrontare le sfide del mercato.

“Siamo davvero entusiasti dell’investimento in Akuis. – commentano in una nota Nicola Michelon e Fabio Nalucci – Abbiamo trovato nella sua tecnologia e nel team una combinazione unica di conoscenza profonda del mondo industriale ed esperienza digitale che riempie un’enorme lacuna nel mercato delle soluzioni per l’home fitness”.

“Questo round ci riempie di entusiasmo. – dichiara Alessandro Englaro, Ceo di Akuis – Akuis si è dedicata dalla nascita allo sviluppo del prodotto con eccellenti risultati ed ora, insieme ai nuovi investitori, potrà finalmente sfruttare le sue potenzialità grazie alle competenze che completeranno la missione dell’azienda, per condurla verso una crescita costante e sostenibile”.

“Ci piace dire che Sintesi è come lo smartphone del fitness. – aggiunge Mattiarmando Chiavegato, co-founder di Akuis – Con il round avremo le risorse per perfezionare il software che, registrando i dati, le performance e i miglioramenti di ogni utente nel tempo, ci consentirà il lancio di iniziative di engagement e di personalizzazione essenziali per il completamento della vision dell’azienda”.

Sintesi ha digitalizzato i classici pesi grazie a una serie di motori elettromagnetici in grado di generare la resistenza in maniera completamente personalizzabile e adattarsi così a diverse tipologie di allenamento.

La piattaforma è in grado di riprodurre diversi tipi di carico, proponendo un format di allenamento innovativo che può essere utilizzato sia in ambito sportivo che riabilitativo.

Una vera e propria smart gym concepita per essere installata facilmente nelle proprie abitazioni oppure nelle palestre boutique.

Il funzionamento di Sintesi si basa sul sistema di vettorizzazione del carico e sul brevetto Dynamic vectoring, che permette di assecondare la naturale biomeccanica del corpo umano, garantendo una totale libertà di movimento. Il meccanismo è in grado di adattare elettronicamente il dispositivo a ogni tipologia di esercizio, per permettere agli utenti di simulare diversi tipi di allenamento, come ad esempio il workout con i pesi liberi, o con qualsiasi macchina che utilizziamo solitamente in palestra.

Il design minimale di Sintesi rende questa smart gym perfetta in qualsiasi contesto. Infatti, essa è disponibile in due versioni, per uso personale, ideata per l’home fitness, e quella per uso professionale, pensata per palestre, personal trainer o fisioterapisti. Inoltre, grazie alle sue dimensioni contenute e alle linee essenziali, Sintesi si inserisce con eleganza anche negli hotel, nelle spa oppure a bordo di yacht.

La piattaforma di Virtual training associata a Sintesi ha poi lo scopo di mettere in comunicazione i professionisti del wellness con chi vuole avere uno stile di vita sano e attivo indipendentemente dal luogo, uscendo dallo schema della classica palestra. La piattaforma di virtual training infatti consente alle persone di allenarsi ovunque vogliano (a casa, in un hotel, in crociera, in un aeroporto, ovviamente anche in palestra) attraverso un’esperienza motivante sotto la guida di un trainer virtuale o di un professionista in carne e ossa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4