La scaleup MySecretCase (sex toy) raddoppia la crescita

15 Feb 2021

Proprio in questi giorni Vice Italia, l’edizione italiana del gruppo di media internazionale Vice Media, ha annunciato “Love is in the…”, la sua linea di sex toys realizzata insieme all’e-commerce italiano MySecretCase, scaleup tutta italiana fondata da Norma Rossetti che ha rivoluzionato nel nostro paese l’immagine ‘scabrosa’ del sex toy.

Una scommessa che dal punto di vista business sta fruttando parecchio.

I millennial sono gli acquirenti più assidui ma anche i senior si avvicinano sempre più ai sex toys, gadget sex tech sulla via dello sdoganamento anche in Italia. E che la pandemia ha favorito, se prendiamo come esempio MySecretCaseche ha chiuso l’esercizio 2020 con un EBITDA positivo e un fatturato più che raddoppiato, rispetto al 2018, pari a 6,5 milioni di Euro.

Nelle prime settimane di pandemia le vendite sul sito sono raddoppiate, oltre il 40% degli utenti ha dichiarato di aver usato i sex toys e il 43% delle coppie si è detta disposta a provare nuove esperienze. Non solo, il carrello medio è cresciuto del 15% e il tasso di conversione del sito è praticamente raddoppiato, a parità di traffico: gli utenti interessati al prodotto hanno, quindi, immediatamente trasformato un’idea in bisogno.

La scaleup, fondata nel 2014, registra dunque in questo ultimo anno uno sviluppo double digit dimostrando di poter crescere e scalare il business.

Il 2020 è stato un anno di conferme importanti, abbiamo ulteriormente incrementato la nostra quota di mercato in Italia, sviluppato nuovi progetti investendo in informazione e rafforzando la community. Questa è una delle più grandi soddisfazioni, perché lavorare in un’azienda che, in questo particolare periodo storico, può investire e avere una strategia di crescita a lungo termine è uno stimolo per tutto il team a fare sempre meglio”dichiara Norma Rossetti, fondatrice e CEO della società.

Nel 2021 punteremo all’espansione internazionale e alla realizzazione di nuove categorie di prodotto; anche se una delle nostre più grandi sfide rimane quella di trasferire la produzione dei sex toys e non solo, in Italia, creando così un’inversione di rotta rispetto alla tendenza nazionale alla delocalizzazione, per sostenere le imprese, i lavoratori e le famiglie del nostro Paese”. 

“In Italia ci sono oltre 50 aziende che lavorano il silicone medicale con un indotto di oltre 2000 persone e un fatturato di 500 milioni di Euro e, per questo, vogliamo lanciare un appello alle imprese e a tutti i potenziali partner interessati affinché ci aiutino a realizzare questo obiettivo ambizioso” conclude.

La strategia di crescita della scaleup si è focalizzata soprattutto sull’innovazione di prodotto, per la realizzazione delle linee iconiche firmate MySecretCase, un potenziamento delle strategie di marketing e un consolidamento ulteriore della brand awareness, attraverso l’organizzazione di progetti di educazione al piacere e di informazione sessuale, incontri tematici online e un approccio che negli anni si è rivelato vincente e molto amato dalla community: la sessualità come fattore culturale.

Ricordiamo che per un’azienda che produce giocattoli sessuali come MySecretCase pianificare attività di marketing è molto complicato perchè il mercato pubblicitario non è aperto come per un qualunque altro prodotto, come spiega bene questo articolo del Post.  Nel 2017, in Italia, MySecretCase è stata la prima a riuscire a ottenere uno spazio in televisione per uno spot sui sex toys femminili, ma non è stato facile. «Abbiamo dovuto realizzare lo spot prima di sapere se sarebbe andato in onda, perché alle reti televisive non era sufficiente lo storyboard che lo illustrava scena per scena, ma volevano essere sicuri di vedere nel dettaglio quello che avrebbero trasmesso. E naturalmente avevamo moltissime regole da rispettare: non potevamo usare certe parole e non potevamo fare allusioni sessuali». Hanno dovuto aspettare altri due anni e produrre un secondo spot per ottenere uno spazio televisivo in orari diurni.

Articolo 1 di 4