investimenti

Lithium Lasers chiude un round da 700mila euro con Poli360

Il fondo di investimento che vede insieme 360 Capital e Politecnico di Milano investe 700mila euro nella startup che sviluppa laser a impulsi ultracorti per la lavorazione sub-micrometrica

02 Ott 2021

Lithium Lasers startup che nasce come spinoff del Politecnico di Milano ed è incubata dal PoliHub, annuncia di avere chiuso un round di investimento da 700mila euro con Poli360, fondo di trasferimento tecnologico guidato da 360 Capital in partnership con lo stesso Politecnico di Milano (di cui scrivemmo qui quando fu lanciato).

la startup investirà il capitale raccolto nello sviluppo del suo innovativo laser per la lavorazione veloce di componenti con una risoluzione sub-micrometrica molto richiesti in settori come la biomedicina, l’automotive, l’elettronica di consumo e l’aeronautica. Parte del finanziamento sarà destinata al rafforzamento del team e alla promozione del prodotto con l’obiettivo di affermare la presenza sul mercato delle lavorazioni laser in Italia e all’estero.

Per sviluppare la tecnologia di Lithium Lasers, fondata nel 2019 da Alessandro Greborio, sarà necessario mettere in campo diversi esperti e integrare questo laser innovativo con stazioni di microlavorazione. Lo scopo è testarlo in diversi processi di lavorazione, dove questa tecnologia, che può raggiungere velocità e precisione incomparabili, sarà di grande utilità.

I fondatori di Lithium Lasers
I fondatori di Lithium Lasers

“Sono felice e orgoglioso che Lithium Lasers abbia avuto la fiducia di un’importante società europea di venture come 360 Capital – commenta in una nota il CEO di Lithium Lasers Alessandro Greborio – Grazie al loro supporto siamo fiduciosi che la nostra tecnologia d’avanguardia possa presto conquistare l’importante mercato delle microlavorazioni laser”.

Lo spinoff del Politecnico lavora su questo prodotto da due anni, e Lithium Lasers è la prima azienda italiana che produce laser a impulsi ultracorti. Questi strumenti hanno la caratteristica di emettere pacchetti di luce concentrati nel tempo, garantendo un’altissima precisione in molte applicazioni scientifiche e industriali d’avanguardia, come l’imaging funzionale, la spettroscopia ultraveloce e le lavorazioni laser dei materiali ad alta precisione.

“Grazie alla tecnologia Lithium Lasers – aggiunge Cesare Maifredi, general partner di 360 Capital – che consente maggiore precisione, velocità e costi inferiori rispetto alle soluzioni attuali sul mercato, crediamo nelle potenzialità della startup di poter aggredire, una volta consolidato il prodotto, il mercato multibillion interessato a questo tipo di innovazione”. (Photo by National Cancer Institute on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4