investimenti

Nuovo investimento per Wikicasa

La proptech cresce del 57% anno su anno e chiude un nuovo round portando il totale dei capitali raccolti a 10 milioni di euro

Pubblicato il 26 Lug 2023

Il team di Wikicasa

Nuovi gruppi immobiliari entrano nel progetto Wikicasa, proptech che ha chiuso il 2022 con un aumento del volume d’affari del +57% rispetto all’anno precedente.

Il nuovo round sottoscritto si aggiunge a quello da 3 milioni chiuso nel 2022 con i principali 4 gruppi italiani per numero di agenzie immobiliari (il Gruppo Gabetti con le reti Gabetti Franchising, Grimaldi e Professionecasa, Re/Max, Tecnocasa Group con le reti Tecnocasa e Tecnorete e Tempocasa) e conferma l’importanza che la tecnologia riveste oggi nel real estate.

Il round di raccolta appena concluso che porta il totale raccolto da Wikicasa fino a qui a 10 milioni di euro,  è stato sottoscritto da gruppi immobiliari che contano nell’insieme più di 200 agenzie sul territorio nazionale tra cui Century21, CondivideRE, Gruppo Unica, Italy Sotheby’s International Realty, Vendocasa, Vogliocasa e ZB Immobiliare.

L’importanza dei dati 

Le agenzie immobiliari stanno affrontando un rapido processo di digitalizzazione che vede la tecnologia non come mero strumento ma parte integrante dell’intero processo lavorativo.

WHITEPAPER
Startup: quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
Open Innovation
Startup

“Un numero sempre maggiore di professionisti del settore sceglie di puntare sul nostro progetto, consapevole che la tecnologia e i dati sono e saranno sempre più determinanti nel mercato immobiliare. L’evoluzione digitale altro non ha fatto che spingere tutti gli operatori del settore verso nuovi standard qualitativi di trasparenza, affidabilità e rapidità nei confronti della clientela finale, cosa che solo un approccio sistemico e technology-first può garantire”, dichiara in una nota Pietro Pellizzari, CEO di Wikicasa.

La mission di Wikicasa è quella fornire a tutti gli attori coinvolti nel mercato, informazioni sempre più trasparenti e di qualità, agevolando compravendite e locazioni. La società, oltre a gestire tre portali immobiliari Wikicasa.it, casalclick.it e commmerciali.it, sviluppa soluzioni tecnologiche AVM per supportare i professionisti nella corretta valutazione del patrimonio immobiliare e fornisce agli utenti quotazioni costantemente aggiornate sull’andamento dei prezzi, dell’offerta e della domanda immobiliare.

“Il processo di transizione digitale nel real estate passa irrimediabilmente verso l’utilizzo della tecnologia del momento, l’Intelligenza Artificiale. Già integrata nell’algoritmo di Valutazione con Foto sull’App di Wikicasa, l’IA sta accelerando l’innovazione nel settore. In futuro, il potenziale di questa nuova tecnologia sarà sfruttato per la creazione di servizi a valore aggiunto in grado di migliorare l’esperienza dell’utente in fase di ricerca, da una crescente qualità degli annunci fino al suggerimento di contenuti altamente personalizzati – aggiunge Pellizzari che pone enfasi su come l’obiettivo futuro è quello di creare un ecosistema di servizi integrato in grado di supportare il professionista in ogni singolo step del proprio business- . Una challenge ambiziosa, che passa irrimediabilmente da nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale. L’IA giocherà un ruolo chiave nel futuro del settore, ed è impossibile scegliere questa direzione senza il capitale umano adeguato”.

Per questo motivo, l’azienda continuerà a potenziare e migliorare il suo team tecnologico, basato a Genova, con l’inserimento di 20 nuove risorse tra sistemisti, sviluppatori frontend, backend, full stack, esperti di UX/UI e web designer.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3