Pep-Therapy raccoglie 2,75 milioni di euro per le terapie antitumorali

26 Apr 2021

Pep-Therapy, azienda di biotecnologie mediche che sviluppa terapie mirate e innovative per malattie gravi, con un’attenzione iniziale al trattamento dei tumori ha chiuso un round di investimento pari a 2,75 milioni di euro guidato dai business angel di Italian Angels for Growth, insieme a Doorway, Magna Capital Partner (MCP), Business Angels des Grandes Ecoles (BADGE), Seventure Partners (Quadrivium 1 seed fund) e Bernard Majoie (Chairman e CEO Laboratoires Fournier).

“In questo periodo soprattutto è cruciale il focus nel life science, così come è rimasta alta l’attenzione dei business angel per le società attive in questo ambito. L’investimento in Pep-Therapy da parte dei soci di IAG dimostra come gli imprenditori possano contare su investitori che apportino non solo capitale, ma anche esperienza e un solido network nell’ecosistema”, dice a Startupbusiness Leonardo Giagnoni, managing director Italian Angels for Growth.

Pep-Therapy sviluppa peptidi innovativi come terapie mirate per malattie gravi, ha creato una tecnologia di Cell Penetrating & Interfering Peptide (CP&IP) per lo sviluppo dei suoi prodotti terapeutici. Pep-Therapy si occupa di due patologie aggressive con elevate esigenze mediche e prognosi sfavorevole: il cancro al seno metastatico triplo negativo e il cancro alle ovaie resistente al platino. Pep-Therapy si concentra sul prodotto Pep-010 per dimostrare rapidamente, da un punto di vista clinico, la rilevanza della sua tecnologia innovativa. Svilupperà poi altri prodotti basati sulla stessa tecnologia per il trattamento di altre gravi malattie.

pep-therapy

Inoltre, Pep-Therapy e Institut Curie hanno recentemente annunciato di aver ottenuto l’approvazione dall’Agenzia nazionale francese per i medicinali e i prodotti sanitari per condurre la prima sperimentazione clinica nell’uomo del farmaco candidato Pep-010. Lo studio mira a valutare sicurezza e tollerabilità, dell’attività antitumorale preliminare in pazienti con tumori solidi ricorrenti e/o metastatici, e in particolare nel carcinoma mammario triplo negativo e nel carcinoma ovarico (OC). PEP-010 ha già dimostrato un’efficacia antitumorale in vari modelli preclinici.

Questa sperimentazione clinica è sponsorizzata dall’Institut Curie, il più importante centro oncologico francese, e guidata dal Christophe Le Tourneau, medico oncologo presso l’Institut Curie e capo del Dipartimento per lo sviluppo e l’innovazione dei farmaci (D3i), come ricercatore principale. Guiderà il programma di sperimentazione clinica nella fase iniziale. Altri due centri oncologici, Gustave Roussy e François Baclesse, parteciperanno alle sperimentazioni cliniche.

Sono più di 50 gli investitori che tra la community di Doorway e i business angel di Italian Angels for Growth (IAG), partner in questa raccolta, sono intervenuti in questo club deal.

Amministratore del veicolo di investimento, realizzato per l’aumento di capitale, e champion investor è Michele Marzola, uno dei business angel IAG più esperti nel settore life science che, in questo ruolo,  rappresenterà gli investitori in seno al board. Co-champion è un altro esperto del settore life science, Alessandro Toniolo, business angel IAG e head of Respiratory franchise in Novartis. Entrambi affiancano i fondatori supportandoli nel percorso di crescita e sviluppo della startup e affermano in una nota: “siamo molto soddisfatti di questo risultato per PEP-Therapy ed esprimiamo grande felicità nel condividere che il progetto di sperimentazione clinica proposto dalla società è stato approvato dall’autorità farmaceutica francese. Avvieremo la fase 1 già da questo mese presso l’ospedale Gustave Roussy e l’institut Curie, due dei centri oncologici più prestigiosi in Europa per la sperimentazione clinica e i test sulla sicurezza del farmaco”.

Antonella Grassigli, CEO e co-fondatrice di Doorway aggiunge: “siamo particolarmente soddisfatti dell’esito positivo del fundraising avvenuto sulla nostra piattaforma. La notizia che Pep-Therapy inizierà a brevissimo la sperimentazione clinica del loro farmaco sull’uomo per la cura su cancro al seno e alle ovaie rappresenta un passo di grande importanza per la società e per la creazione di valore, rappresentando un passo in più verso l’accesso al mercato. Il successo di PEP-Therapy si inserisce nella mission di Doorway che è anche quella di contribuire, con le aziende che finanzia, a un miglioramento della società”.

Antoine Prestat, co-fondatore e CEO di Pep-Therapy conclude: “vorrei ringraziare tutti per il supporto e la fiducia verso Pep-Therapy e sono molto contento di annunciare l’avvio della sperimentazione clinica con due partner: Institute Curie e Gustave Roussy, due dei centri oncologici più prestigiosi in Europa. Ci occuperemo dei pazienti con tumori ad elevate esigenze mediche, nello specifico il tumore alle ovaie e il tumore al seno triplo negativo metastatico. Il nostro obiettivo è la conferma della sicurezza e dell’efficacia del nostro prodotto che oltre a costituire un grande riconoscimento potrà essere apprezzato da tutti gli investitori che stanno credendo nel nostro progetto”.

Photo by National Cancer Institute on Unsplash

Articolo 1 di 3