formazione

Privilège Student Ventures forma investitori e imprenditori innovativi

L’iniziativa collabora con tre università di Lugano, con l’Università Bocconi e il Politecnico di Milano e cerca 12 studenti interessati a operare nel mondo degli investimenti in imprese innovative

24 Ago 2022
Il team di Privilège Ventures

Formare la nuova generazione di imprenditori e investitori in capitale di rischio. È questa la missione che si è data Privilège Ventures creando il programma Privilège Student Ventures, iniziativa che si propone di selezionare 12 studenti da tre università di Lugano: Università della Svizzera Italiana (USI), Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) e Franklin University Switzerland, e due di Milano: Politecnico e Università Bocconi, e di formarli per diventare investitori in startup con tanto di dotazione finanziaria per fare i primi investimenti.

“Abbiamo creato questo programma che opera in modalità no-profit, che è patrocinato da Privilège Ventures e da altre personalità del settore e che si propone di educare e formare la nuova generazione di professionisti del venture capital – spiega a Startupbusiness Cesare Pezzini che è venture associate di Privilège Ventures e fa parte del management team di Privilège Student Ventures – , lo vogliamo fare con respiro internazionale fino dall’inizio e abbiamo dunque coinvolto professionisti ed esperti del settore che lavorano in Fondi di Venture Capital e startup internazionali, e che affiancheranno gli studenti durante tutto il percorso, attraverso un programma di mentorship. Il progetto è pensato per adattarsi alle esigenze degli studenti e si traduce in un impegno di circa 6/8 ore a settimana che i partecipanti potranno distribuire con flessibilità”.

È possibile candidarsi al programma che parte a ottobre e durerà fino a giugno del prossimo anno sul sito dell’iniziativa e fino alla fine di settembre , nel frattempo i promotori hanno in programma di organizzare una serie di eventi per presentare il progetto, eventi che saranno organizzati in cooperazione con alcune delle università coinvolte e con le associazioni studentesche.

“Personalmente mi occuperò maggiormente del lato italiano, sviluppando il progetto a Milano con gli studenti selezionati del Politecnico e dell’Università Bocconi – aggiunge Pezzini -, questa è la prima edizione del progetto ma siamo certi che ci permetterà di individuare 12 studenti con le giuste competenze e capacità, che potranno essere protagonisti diretti nella gestione di processi di scouting e investimento in startup early stage. Questo con il duplice obiettivo di rappresentare un’esperienza formativa per studenti promettenti, e di supportare ulteriormente la crescita dell’ecosistema di startup in Italia attraverso investimenti sul territorio”.

L’iniziativa che, come detto, è patrocinata da Privilege Ventures, società di Venture Capital svizzera che ha sede a Lugano e uffici a Zurigo e Boston e che investe soprattutto in round pre-seed, seed e serie A senza vincoli di settore, giunge certamente in un momento importante per l’industria del venture capital che registra segnali contrastanti in termini di crescita e di sviluppo al momento ma che è cresciuta in modo significativo anche durante il periodo pandemico e che tornerà a svilupparsi con ancora maggiore forza nei mesi a venire e che soprattutto ha compreso che è importante attirare giovani talenti per avere una visione più ampia e completa del mercato .

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3