investimenti

PunchLab chiude un round da 840mila euro

La app della startup rivoluziona il fitness unendo tecnologie e sport da combattimento ed è già apprezzata a livello internazionale

14 Feb 2022

PunchLab, startup che ha sviluppato l’omonima app per l’home fitness annuncia di avere chiuso un nuovo round di investimento da 840mila euro a cui hanno partecipato Primo Ventures, AZ Eltif – ALICrowd (Gruppo Azimut), LVenture Group e Sport Horizon Holding.

Il deal che è stato reso noto in questi giorni ma che si è perfezionato al termine del 2021 permette a PunchLab di sviluppare ulteriormente, sia a livello tecnologico sia di mercato, la sua app che sfrutta i sensori di movimento dello smartphone per consentire agli utenti di svolgere allenamenti interattivi e coinvolgenti, ispirati alla boxe e ai diversi sport da combattimento. Gli appassionati, principianti o atleti esperti, possono inoltre contare su un vasto catalogo di allenamenti creati dai migliori allenatori di boxe del mondo. Allenarsi con PunchLab richiede pochissimo spazio e nessuna attrezzatura aggiuntiva: è infatti sufficiente replicare i vari colpi suggeriti dall’app. È unendo lo smartphone a un sacco da boxe con una semplice fascia elastica che PunchLab moltiplica le sue potenzialità, trasformando il sacco in un device interattivo per allenamenti di precisione. L’app, infatti, è in grado di registrare i colpi inflitti, misurandone la potenza e la velocità e reagendo all’attività dell’utente.

La startup, accelerata a fine 2019 da LVenture Group, aveva chiuso a maggio 2020 il primo round di investimento da 300mila euro guidato da Barcamper Ventures e Barcamper Ventures Lazio, fondo di co-investimento interamente sottoscritto dalla Regione Lazio, attraverso l’iniziativa Fare Venture finanziata dai fondi strutturali europei del POR FESR 2014/2020, ideata e realizzata da Lazio Innova.

PunchLab ha fin dalla nascita una visione internazionale e oggi è stata scaricata da oltre 350 mila utenti in 70 Paesi diversi e più del 90% del fatturato proviene dall’estero, con una crescita del +300% nel 2021.

“Siamo lieti di partecipare a questo round insieme a nuovi e importanti investitori. L’azienda ha identificato un segmento globale di appassionati degli sport di combattimento a cui sta offrendo una straordinaria esperienza, sia online sulla app, sia offline con il sacco. Con il consolidamento della struttura PunchLab potrà esprimere tutto il suo potenziale di crescita”, dichiara in una nota Franco Gonella, membro del consiglio di amministrazione di Primo Ventures. “PunchLab è una startup che nasce con un respiro internazionale, infatti, il 90% degli abbonati risiede all’estero. L’azienda ha saputo interpretare i cambiamenti in atto nel mondo dello sport e cogliere le opportunità offerte dal settore home fitness. Azimut Libera Impresa, gestore delegato del comparto “AZ Eltif-  ALICrowd”, e Mamacrowd sono orgogliosi di aver partecipato a questo aumento di capitale convinti che, grazie alle nuove risorse a disposizione, il team PunchLab, che ha già dimostrato grandi capacità, riuscirà a raggiungere posizioni di leadership sul mercato”, commenta Guido Bocchio, CFO & head of venture capital di Azimut Libera Impresa. “PunchLab è una startup che ha dimostrato fin dalla nascita di avere grande vocazione internazionale e scalabilità, affermandosi rapidamente soprattutto negli Stati Uniti. Gli effetti della pandemia stanno trainando il mercato delle app per l’home fitness, che si stima possa raggiungere i 26 miliardi di dollari a livello globale nel 2030, con un tasso di crescita annuo del 21%. Dopo un 2021 da record, questo nuovo round di investimento consentirà alla startup di accelerare ulteriormente la crescita a livello internazionale”, afferma Luigi Mastromonaco, head of investments & growth di LVenture Group. “In un presente in cui smart-working e smart-training stanno dettando i tempi della ripresa, PunchLab rappresenta una nicchia all’interno del training, appunto, gli sport da combattimento, nella quale ha creato una piattaforma perfetta per l’allenamento a tutti i livelli. La visione del fondatore di PunchLab è assolutamente in linea con i principi che guidano Sport Horizon Holding, soprattutto in ottica di innovazione e scalabilitá di mercato”, aggiunge Dario Montagnese, presidente del CdA di Sport Horizon Holding.

“Il 2021 è stato un anno di grandi risultati: abbiamo rinnovato il prodotto e ampliato il team, lanciato due nuovi magazzini in Europa ed espanso le operazioni di marketing nel Regno Unito e in Irlanda. Questo nuovo round di investimento darà un boost ulteriore alla nostra strategia di crescita, che si sta dimostrando altamente scalabile sui mercati internazionali”, dice Valerio Raco, CEO di PunchLab.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3