Sex tech, come fa bene al commercio elettronico
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Sex tech, come fa bene al commercio elettronico

Sex tech, l’ondata dell’innovazione, delle tecnologie dei modelli di business non poteva non giungere anche a conquistare il mercato dell’erotismo. Ed è un mercato che cresce in modo significativo secondo quanto rilevato di recente da una ricerca condotta da Idealo che afferma come l’interesse tra i consumatori europei cresca in modo consistente con una stima che per il 2017 vede una crescita del 26% da parte delle donne e del 5% da parte degli uomini rispetto all’anno precedente. La ricerca enfatizza come siano le donne a fare crescere il mercato in modo più significativo e come l’e-commerce giochi un ruolo chiave in questo fenomeno perché salvaguardia la privacy e rende l’acquisto maggiormente discreto.

La società di ricerca ha realizzato anche una infografica (che riportiamo in questa pagina) che illustra l’andamento del mercato e mette in luce come vibratori e dildo siano i prodotti preferiti dalle signore e signorine con una crescita prevista per il 2017 del 21% e del 31% rispettivamente, mentre è complessivamente più debole la crescita per il mercato di sex-toy per uomini come masturbatori e cock-ring che si ferma a una stima pari appunto al 5%.

infografica sex techLa ricerca riporta anche altri dati analizzando le preferenze sui modelli e sui colori ma appare chiaro che il fenomeno ha assunto le dimensioni di un business consistente e che i modelli di business basati sull’utilizzo delle tecnologie contribuiscono in misura sempre maggiore come conferma Norma Rossetti, fondatrice di MySecretCase.com , sito tutto italiano che vende sex-toy e prodotti simili ma che fa anche cultura ed educazione sessuale: “Ciò che abbiamo fatto – spiega Norma a Startupbusiness – è creare un sito che fosse pensato soprattutto per le donne, abbandonando quindi quel cliché legato alla pornografia che caratterizzava questo tipo di mercato e rendendolo maggiormente legato alla esperienza della sessualità, alla salute sessuale, alla libertà sessuale”. MySecretCase.com è nato nel 2013 e da allora ha registrato una crescita di circa il 20% mese su mese, ha raccolto interesse da investitori sia italiani sia internazionali e oggi si posiziona nel panorama italiano come uno degli e-commerce di sex-toy maggiormente innovativi. “Proponiamo diversi prodotti compresi anche quelli che aiutano le donne a migliorare la loro vita ed esperienza sessuale come le palline vaginali che consentono di allenare il muscolo pelvico che sono anche tra i prodotti maggiormente venduti insieme ai vibratori con funzionalità di utilizzo in remoto, ai vibratori rabbit, ai succhia clitoride e accanto alla vendita abbiamo un blog che informa e fa cultura con articoli scritti da sessuologi che trattano la sessualità in tutti i suoi aspetti, compreso, per esempio, quello della sessualità per i disabili perché lo stimolo sessuale rimane vivo anche in coloro che hanno disabilità, la mancanza di libido può essere un disturbo per alcuni ma non è collegata a disabilità o ad altre problematiche della salute, può quindi colpire persone perfettamente sane, non vi è relazione tra disabilità e perdita della libido”, spiega la fondatrice enfatizzando come l’importanza di avere una vita sessuale soddisfacente, piena e libera sia una esigenza di chiunque.

I clienti di MySecretCase.com sono soprattutto persone tra i 25 e i 45 anni, per la maggior parte eterosessuali: “gli omosessuali preferiscono siti a loro dedicati”, enfatizza Norma Rossetti; sono per metà uomini e per metà donne anche se, aggiunge Norma: “bisogna poi stabilire quanti sono gli uomini che comprano oggetti per le donne e le donne che usano la carta di credito dell’uomo per fare l’acquisto”, e il valore dell’acquisto è mediamente di circa 80 euro con un tasso di ritorno dei clienti del 30%.

Oggi il business di MySecretCase.com è concentrato sul mercato italiano, anche perché in Europa esistono siti di dimensioni molto maggiori come per esempio il tedesco Eis.de e il britannico Lovehoney.co.uk, “è un business che anche nel nostro Paese cresce in modo significativo con una sempre maggiore attenzione, cultura, consapevolezza e attenzione nell’acquisto da parte dei clienti”, sottolinea Norma che però preferisce non fornire indicazioni sulle cifre del fatturato della sua azienda.

Cifre che certamente permettono di fare investimenti, MySecretCase.com ha per esempio da qualche tempo uno spot in televisione che gioca molto sul ruolo della donna ed è stato realizzato in collaborazione con l’agenzia Cookies&Partners ed è attivamente alla ricerca di persone per ampliare il suo staff che oggi conta sette persone che si occupano sia degli aspetti tecnici, sia di quelli di assistenza ai clienti, creazione dei contenuti, marketing.

Sex tech non è solo nuovi modelli di business ma anche nuovi prodotti, fece per esempio scuola il lancio dell’innovativo vibratore Eva su Indiegogo, che oggi è in vendita anche su MysecretCase.com, e il tema è ormai accreditato anche nelle conferenze dedicate al mondo delle startup come dimostra il panel organizzato a Pioneers 17 in cui Kate Devlin della Goldsmiths University London; Nichi Hodgson, autrice ed è commentatrice di Men’s Health e Stephanie Alys, imprenditrice del settore nota come Chief Pleasure Officer di MysteryVibe, parlano della relazione tra sesso e tecnologia (qui il video) .

@emilabirascid

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

01 agosto 2017

Categorie:

Editoriali


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply