investimenti

Spacetech, round da 3,7 milioni di euro per Kurs Orbital

La startup torinese che innova l’assistenza e la logistica spaziale chiude il suo round seed guidato da OTB Ventures insieme a Inovo, CDP Venture Capital con il polo Galaxia

Pubblicato il 07 Mar 2024

La spacetech Kurs Orbital, rende noto di avere chiuso un round di investimento da 3,7 milioni di euro per portare le sue soluzioni innovative nel mercato dell’assistenza e della logistica in orbita. Il round è stato guidato da OTB Ventures, vericolo europeo che investe in deeptech, a cui si sono aggiunti Inovo e Credo Ventures, Galaxia, il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico per l’Aerospazio di CDP Venture Capital insieme a Obloo Ventures e al fondo di co-investimento regionale Piemonte Next, creato e gestito da CDP Venture Capital e sostenuto dall’Istituto Finanziario della Regione Piemonte, Finpiemonte,

Fondata nel 2022, Kurs Orbital è incubata in I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino, nell’ambito del programma di incubazione ESA BIC Turin.

Assistenza e logistica spaziale

La startup mira a democratizzare le soluzioni di assistenza in orbita, tra cui la rimozione dei detriti spaziali, il trasferimento orbitale dei satelliti, il de-orbiting e le ispezioni dei satelliti, fornendo una tecnologia di rendezvous e docking affidabile ed economica. Il suo innovativo modulo ARCap consente alle industrie dell’assistenza e della logistica spaziale, che altrimenti non potrebbero permettersi di operare nel mercato orbitale, di scalare il proprio business.

WHITEPAPER
Industria 4.0, ecco come accedere ai fondi della Nuova Sabatini
Protocolli IoT
Machine to machine

L’investimento seed permette a Kurs Orbital di completare il suo primo modello di volo, consentendo di accelerare i test integrati e l’espansione del team, con l’intenzione di diventare il fornitore leader di questa tecnologia.

ARCap è un singolo modulo standardizzato di rendezvous che può essere integrato in qualsiasi tipo di satellite, veicolo di trasferimento orbitale (OTV), nave cargo/equipaggio o bus spaziale utilizzato dalle aziende clienti per consentire il trasporto, l’estensione della vita, l’assistenza in orbita, la rimozione dei detriti spaziali e molto altro.

“Questo round è fondamentale per il nostro prossimo passo: offrire una tecnologia di rendezvous spaziale efficace ed economica -, afferma in una nota Volodymyr Usov, CEO e co-fondatore di Kurs Orbital – Con l’aiuto dei nostri investitori saremo in grado di raggiungere prima il mercato, consentendo a molte altre startup e aziende di avviare operazioni di rimozione dei detriti e di assistenza ai satelliti che sono vitali per la sostenibilità delle attività spaziali”.

Wojtek Walniczek, partner di OTB Ventures, dice: “Il team di Kurs Orbital, forte di una lunga e ricca esperienza nella progettazione e realizzazione di sistemi di rendezvous e attracco nel contesto di un’agenzia spaziale, ci ha immediatamente colpito per la giusta combinazione di competenze profonde e uniche combinate a una visione innovativa della tecnologia e del mercato. Il momento è propizio per un cambiamento nel settore spaziale, e l’azienda si trova in una posizione privilegiata per offrire e commercializzare questa piattaforma essenziale per le operazioni spaziali future. Ci siamo assicurati di riunire un forte consorzio di investitori per dare a Kurs Orbital una base solida e favorire una crescita dinamica nel tempo”.

“Siamo lieti di unire le nostre forze a quelle di OTB Ventures per supportare il progetto pionieristico di Kurs Orbital nel mercato dell’assistenza e della logistica in orbita”, afferma Claudia Pingue, responsabile del Fondo di Tech Transfer di CDP Venture Capital

“Questo investimento dimostra come l’ecosistema industriale e di ricerca italiano sia tra i pochi al mondo a fornire una catena di valore completamente integrata per l’economia spaziale”, aggiunge Nicola Redi, managing partner di Obloo Ventures.

Giuseppe Scellato, presidente di I3P e coordinatore di ESA BIC Turin, afferma: “Siamo molto orgogliosi per questo importante round di investimento di Kurs Orbital, che è entrata nella prima coorte di startup del programma ESA BIC Turin con l’obiettivo di portare sul mercato una tecnologia altamente innovativa e strategica per lo sviluppo delle future piattaforme satellitari”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4