Startup vs coronavirus, Satispay lancia raccolta fondi per la protezione civile
Startup vs coronavirus, Satispay lancia raccolta fondi per la Protezione Civile

Già raccolti oltre 400mila euro destinati alla ProteCivile italiana, grazie alla funzione Donazioni presente sull’app della fintech Satispay

Anche la scaleup fintech italiana Satispay si mobilità e chiama la sua community di utenti a sostenere la Protezione Civile attraverso il servizio Donazioni già presente nell’applicazione.

Nelle prime 24 ora la campagna ha raccolto oltre 80.000 euro, ma al momento in cui si scrive (16/03 h.10.49) sono già stati superati i 400mila euro di donazioni.

Tutte le donazioni saranno raccolte tramite l’associazione 1 Caffè Onlus – associazione senza scopo di lucro che supporta progetti di assistenza a molte situazioni critiche in Italia –  e saranno devolute interamente alla Protezione Civile, che a sua volta destinerà i fondi alla sanità italiana, in particolar modo ai presidi medici ospedalieri finalizzati al contenimento del contagio.

Alberto Dalmasso CEO e co-founder di SatispaySe da sempre per Satispay il servizio Donazioni rappresenta un tassello fondamentale della propria identità costruita attorno al forte senso di responsabilità, mai come in questo momento rispecchia il nostro desiderio di contribuire a sostenere il Paese. Lo facciamo raccogliendo fondi per la Protezione Civile che si sta adoperando in ogni modo e su più fronti per affrontare l’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus in Italia. Più che mai in questi giorni abbiamo capito quanto ogni singolo nostro comportamento faccia la differenza. Il fatto che in meno di 24 ore siamo già riusciti a raccogliere oltre 80.000 euro, ci conferma che la nostra community è sempre straordinariamente attenta alle nostre iniziative, e anche in questa occasione non ha mancato di far sentire il proprio gesto”. 

Sostenere la raccolta per la Protezione Civile è davvero semplice: basta entrare nella sezione Servizi dell’app, selezionare Donazioni e digitare l’importo che si desidera destinare.  Cliccando poi su “invia” si completa il gesto per apportare il proprio contributo.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

16 Marzo 2020

Categorie:

#Coronavirus, Scaleup


Articoli correlati
reply