Startuper, ci siete per #noviolenza sulle donne? - Startupbusiness
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Startuper, ci siete per #noviolenza sulle donne?

 

AIED Roma e Cocoon Projects lanciano oggi un bellissimo contest rivolto ai giovani: #noviolenza, idee per fermare la violenza.

 

Secondo Amnesty International, solo la violenza sulle donne tra i i 15 e i 44 anni uccide nel mondo tante donne quanto il cancro. Secondo il rapporto di Sheila Henderson, presentato al Comitato per l’eguaglianza tra donne e uomini presso il Consiglio d’Europa “…almeno una donna su cinque subisce nel corso della sua vita uno stupro o un tentativo di stupro; una su quattro fa l’esperienza di essere maltrattata da un partner o ex partner; quasi tutte le donne hanno subito una o più molestie di tipo sessuale: telefonate oscene, esibizionismi, molestie sul lavoro e così via”.

E' un male ancestrale che non accenna a scomparire nonostante i progressi sociali, culturali e economici che quasi in tutto il mondo rappresentano l'idea di progresso. E' un male che si esprime nelle forme più barbare e estreme come le mutilazioni genitali, la deturpazione con l'acido, le lapidazioni, le botte in famiglia, gli stupri, fino agli omicidi ; ma anche in modi meno feroci, ma molto sottili come la violenza psicologica, lo stalking, l'emarginazione, molestie sul lavoro, il linguaggio, l'uso dell'immagine femminile, la solitudine e l'indifferenza che spesso costituiscono il corollario e l'aggravante di situazioni drammatiche.

Varie istituzioni internazionali e nazionali e tantissime associazioni, no profit, religiose, laiche,  ovunque nel mondo si occupano di offrire sostegno, aiuto, conforto e soluzioni alle donne che subiscono violenza. Molte donne, grazie a queste associazioni, riescono prima a sopravvivere e a volte anche a VIVERE una seconda vita.

AIED Roma (Associazione Italiana per l'educazione demografica, no profit e laica) in collaborazione con Cocoon Projects (open enterprise che si occupa di innovazione, comunicazione e impresa) hanno deciso di lanciare insieme una campagna rivolgendosi al mondo dei giovani e anche delle startup affinchè possano emergere progetti concreti che possano aiutare nella lotta alla violenza sulle donne.

Come è organizzata l’iniziativa?
L’iniziativa si rivolge a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, anche organizzati in squadre da 1 a 4 persone, cui si chiede di proporre un'idea (anche web-based o un'app) che aiuti a combattere concretamente le diverse forme di violenza sulle donne. In particolare, le tipologie di progetto ammessi al contest avranno scopo:

culturale e/o pedagogico
di prevenzione
di aumento della sicurezza e/o difesa
di supporto e/o assistenza alle donne oggetto di violenza

La deadline per partecipare è il 5 maggio 2013. 

Il concorso e la votazione
I vostri elaborati verranno pubblicati, in forma anonima, sul sito www.noviolenza.it e potranno essere votati dalla comunità web. Ogni settimana verrà resa pubblica la classifica provvisoria dei top ten. Alle ore 20.00 del 05/05/13 si chiuderanno le votazioni on line.

Dal 06/05/13 al 13/05/13 un Comitato valuterà tutti i progetti pubblicati e attribuirà un voto ad ognuno di essi.

Il Convegno e la premiazione
Dopo aver considerato i voti ottenuti dal pubblico e quelli del Comitato, con un peso del 50% di ciascuna delle due parti, verrà pubblicata la classifica definitiva ed i primi 5 progetti potranno accedere alla fase finale del contest e partecipare al Convegno che si terrà il 24/05/2013 a Roma.

In questa occasione, le squadre finaliste saranno protagoniste di un pitch contest e avranno a disposizione 3 minuti ciascuna per presentare la loro proposta e convincere il Comitato ad eleggerli vincitori. 

C'è un premio?
Il Comitato decreterà il vincitore del contest che riceverà un premio del valore totale di 10.000 €: 3.000 € in denaro e 7.000 € in servizi di supporto alla definizione e all’avvio del progetto erogati per i primi 3 mesi che seguono l’evento.

 

Perchè partecipare
Per dire no in prima persona alla violenza sulle donne, per sfidare la vostra capacità di inventare qualcosa che abbia impatto sociale.

Affrettatevi, per i meccanismi del voto online prima invierete il progetto e più possibilità avrete di arrivare in finale, coinvolgete i vostri amici per raccogliere il maggior numero di voti. 

Inviando progetti, votando e condividendo le idee, dando visibilità alla nostra iniziativa, ci aiuterete a fare rumore, a far alzare una voce che dice NO alla violenza sulle donne, a trovare modi nuovi per sostenere chi vuole fare davvero qualcosa e cambiare le cose.

 

 

 

 

Url: www.noviolenza.it

Da seguire: #noviolenza  @aiedroma @cocoonpro

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

08 marzo 2013

Categorie:

Must Read, Notizie


Articoli correlati
reply