investimenti

Stellantis, Quantonation e LIFTT investono in SteerLight

La startup spin-off del CEA-Leti lavora sull’innovazione della tecnologia Lidar e chiude il round da due milioni di euro

Pubblicato il 20 Mar 2024

SteerLight, spin-off del CEA-Leti (laboratorio di ricerca su elettronica e informatica con sede a Grenoble) che sta rivoluzionando la tecnologia Lidar (light dedection and range) utilizzando la fotonica del silicio, annuncia la chiusura di un round di finanziamento di 2 milioni di euro da parte di un gruppo di investitori guidato da Stellantis Ventures, insieme a Quantonation e LIFTT, venture capital focalizzato in investimenti deeptech. Questo finanziamento si aggiunge a un prestito di 1,2 milioni di euro concesso da tre banche, tra cui Bpifrance.

François Simoens, fondatore e CEO di SteerLight, afferma in una nota: “La nostra azienda utilizza le innovazioni CEA e le converte in soluzioni pratiche. Il nostro dimostratore funzionale ha confermato la sua utilità in laboratorio. Questo round di finanziamenti ci permetterà ora di svilupparne uno che sarà testato in un ambiente industriale e di accelerare la progettazione del primo prototipo di Lidar. Successivamente, sarà necessario un ulteriore round di finanziamenti per accelerare la produzione di questo dispositivo e per sviluppare la seconda generazione, che si rivolgerà a clienti del settore industriale e automobilistico, puntando a una produzione di massa e a un prezzo competitivo.”

Il capitale raccolto consentirà a SteerLight di continuare a sviluppare il suo prototipo di Lidar basato su microchip. Questa tecnologia, che sfrutta la fotonica del silicio, promette di offrire miglioramenti sostanziali in termini di prestazioni, costi e compattezza rispetto alle soluzioni Lidar esistenti. Adottando un metodo alternativo alle tecnologie meccaniche utilizzate da altri Lidar privilegiando la fotonica, SteerLight crea chip più resistenti, con un rendering più accurato e e con una minor esposizione a fenomeni di parassitismo.

Applicazioni industriali e automotive

Il modulo Lidar di SteerLight sarà inizialmente dedicato all’Industria 4.0, con la produzione di sensori per applicazioni industriali che aiuteranno i robot autonomi a orientarsi in modo più rapido e sicuro, riducendo i rischi di collisione. I sensori saranno poi convertiti per l’uso in soluzioni infrastrutturali, città intelligenti e veicoli di trasporto in ambienti non controllati.

WHITEPAPER
Industria 4.0, ecco come accedere ai fondi della Nuova Sabatini
Protocolli IoT
Machine to machine

“L’individuazione di tecnologie innovative che forniscano valore aggiunto ai nostri clienti su larga scala è un punto cruciale del nostro piano strategico Dare Forward 2030 – dice Ned Curic, chief engineering & technology officer di Stellantis -. I miglioramenti nella guida autonoma rimangono una priorità per Stellantis. Grazie alla rivoluzionaria tecnologia di SteerLight, ora sarà possibile ampliare e migliorare le applicazioni ADAS”

Jean-Gabriel Boinot-Tramoni, principal di Quantonation dichiara: Steerlight sfrutta le nuove innovazioni della fotonica integrata per promuovere l’adozione su larga scala del Lidar per le applicazioni industriali. La loro tecnologia consente l’integrazione monolitica del laser e dei meccanismi di rilevamento in un prodotto Lidar scalabile. Siamo entusiasti di questo investimento e di poter sostenere Steerlight nello sviluppo tecnologico di nuovi e importanti prodotti.”

Aurora Castello, project manager di LIFTT, aggiunge: “Il mercato Lidar è destinato a una crescita esplosiva nei prossimi anni. La tecnologia di Steerlight è all’avanguardia nella roadmap tecnologica del settore ed è proprio per questo che LIFTT è entusiasta di investire in Steerlight: la loro soluzione LiDAR all’avanguardia rappresenta un progresso rivoluzionario e noi ci impegniamo a sostenerli nel loro percorso di innovazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4