digitaltech

Supportful, i talenti tech libanesi per le aziende di tutto il mondo

La società fondata nel 2022 a Beirut da Fadi Boulos mette a disposizione di organizzazioni di tutto il mondo competenze tecnologiche e professionali

Pubblicato il 17 Mag 2024

Veduta di Beirut

Supportful è la sintesi della volontà di fare impresa in un territorio non proprio semplice, e di creare una opportunità a professionisti di quel territorio che altrimenti si vedrebbero costretti ad abbandonare i luoghi di origine. Supportful nasce nel 2022 in Libano per volontà di Fadi Boulos che ha compreso come il Paese fosse in grado di offrire la disponibilità di talenti e di professionisti ma non sufficiente mercato per tutti e quindi ha creato ciò che lui definisce come “startup a impatto che ha la missione di contribuire a ridurre la fuga di cervelli nel mio Paese, il Libano. Vogliamo anche che i nostri ingegneri lavorino dalle loro città natale, spendano i loro soldi in aziende locali e contribuiscano allo sviluppo dell’economia della comunità in cui vivono. Quando ho fondato l’azienda, l’inflazione era a tre cifre, la moneta si era svalutata del 90% e c’erano interruzioni di corrente e di internet in tutto il Paese. Questo ha fatto sì che ogni persona nel Paese pensasse di andarsene. Oggi abbiamo 10 dipendenti a tempo pieno, tutti con sede in Libano, provengono da ambienti religiosi diversi (cristiani e musulmani) e vivono in tutto il Paese, il 30% di loro sono donne”.

Fadi non ha inventato un nuovo modello di business, nemmeno una nuova tecnologia, ma ha saputo applicare in modo intelligente il concetto che molti definiscono come ‘body rental’ sfruttando le risorse di alto profilo professionale e di competenze che ci sono in Libano per renderle disponibili ad aziende di tutto il mondo.

“I nostri clienti sono negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e a Singapore – dice a Startupbusiness -. Alcuni esempi: Echo360, azienda molto quotata nel settore dell’edtech negli Stati Uniti; Step, startup di turismo sociale con sede nel Regno Unito; ArcusScale , startup tecnologica con sede negli Stati Uniti. Secondo la valutazione di Clutch i nostri clienti sono estremamente soddisfatti abbiamo una media di voto del 4,8 su 5 e anche i nostri dipendenti sono molto contenti di lavorare in Supportful: abbiamo un tasso di fidelizzazione dei talenti del 91% e il nostro eNPS (Employee Net Promoter Score) è pari a 56 – la media è compresa tra 10 e 30″.

Supportful ha la sua sede principale a Beirut e segue i suoi dipendenti in modo completo occupandosi non solo di portare le loro competenze al servizio delle aziende clienti ma anche della formazione : “sponsorizziamo fino a 50 ore di aggiornamento per ogni nostro ingegnere ogni anno. Il programma di aggiornamento è personalizzato per ogni persona e deciso in collaborazione tra l’ingegnere e il suo manager. Una volta completato, l’ingegnere viene ricompensato finanziariamente. Organizziamo un evento sociale a trimestre e un’uscita annuale, poiché siamo un’azienda distribuita. Do molta importanza all’aspetto culturale dell’azienda”.

Competenze e talenti

Le competenze dei dipendenti di Supportful coprono le tecnologie più diffuse in ambito IA/dati (ML, MLOps, DE, DS), frontend (Angular, React, Vue), backend (Node, Java, .NET, Python, Ruby, Go), mobile (native, Flutter, React Native), automazione QA (Cypress, Selenium, Appium) e DevOps (AWS, Azure, cloud privato), “lavoriamo anche su progetti articolati e abbiamo nel nostro pool di talenti profili come project manager, product owner e product manager. Il processo di ricerca dei talenti si svolge partendo dall’analisi delle esigenze del cliente in termini di competenze, successivamente noi inviamo almeno un paio di profili dei nostri dipendenti che possono essere adatti a rispondere a tali esigenze, le aziende clienti entrano quindi in contatto diretto con i nostri dipendenti che hanno selezionato e procedono a fare colloqui con loro, proprio come se si trattasse di una loro assunzione, a valle di questo processo quando la selezione è stata completata e la persona è stata selezionata ella inizia a lavorare per l’azienda cliente come se fosse un suo dipendente anche se a tutti gli effetti pratici è un dipendente di Supportful che si occupa anche fornire tutti gli strumenti necessari perché il lavoro possa essere fatto al meglio, sempre che l’azienda cliente non preferisca fornire strumenti suoi, cosa che può succedere magari nel caso serva trattare dati sensibili o vi siano particolari necessità di sicurezza”.

WHITEPAPER
Scopri i 5 punti chiave per dare una svolta al tuo business con la digital transformation
Startup

Supportful dispone di un set completo di strumenti per garantire la sicurezza delle informazioni costituito da diverse politiche e procedure che riguardano sia i dipendenti sia i clienti: come utilizziamo i loro dati, come li proteggiamo, dove vengono archiviati, chi può accedervi. L’azienda ha definito una politica di sicurezza delle informazioni, una politica e un accordo di riservatezza, un piano di risposta agli incidenti di cybersecurity, una politica di utilizzo accettabile, una politica sulle password e una politica sulla privacy.

“I nostri prezzi partono da 3.900 dollari al mese (tariffa uomo-giorno di 200 dollari) e possono aumentare a seconda delle competenze e dell’esperienza. Le aziende che lavorano con noi di solito vedono un risparmio di circa il 50% rispetto alle assunzioni interne”, conclude Boulos.

Supportful può quindi essere una valida alternativa per aziende di tutto il mondo che hanno necessità di disporre per periodi definiti di competenze tecnologiche al fine di accelerare lo sviluppo dei loro progetti, compresi quelli legati all’impiego dell’intelligenza artificiale. (Foto di Piotr Chrobot su Unsplash)

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4