Tracciabilità, Rosso Gargano sceglie la tecnologia di Dick Trace

05 Dic 2020

“La visione di Dick Trace è rendere i consumatori consapevoli degli acquisti e dare risalto alle aziende che lavorano con qualità, creando un rapporto di fiducia tra produttore e consumatore”, dice a Startupbusiness Anna Rita Mastrangelo, fondatrice e CEO della startup abruzzese che ha partecipato anche a uno degli Italian Innovation Day in Australia annunciando che Rosso Gargano, che si occupa della raccolta e trasformazione dei pomodori, ha selezionato la sua soluzione tecnologica per la tracciabilità dei prodotti.

Anna Rita Mastrangelo, fondatrice e CEO di Dick Trace

“La nostra tecnologia eatTrace.com permette al Consumatore di consultare la filiera di un prodotto direttamente dal proprio smartphone – aggiunge Mastrangelo -. Mai come in questo periodo storico l’informazione e la consapevolezza riguardo la qualità e la salubrità degli alimenti sono stati così rilevanti a livello globale”.

Ora i consumatori del prodotto Rossogargano entrando sul sito eatTrace.com potranno inserire manualmente il codice a barre o scansionarlo facendo, così, individuare al sistema il prodotto corrispondente. Successivamente sarà chiesto di inserire il codice del lotto riportato sulla base della latta e composto da due lettere e cinque numeri. Navigando nella pagina del prodotto si possono avere anche altre informazioni, tra cui le ricette consigliate, vedere foto e video del prodotto, fare l’acquisto online e avere informazioni sull’azienda produttrice, conoscendo così la sua storia.

Un lavoro impegnativo che proseguirà anche nelle prossime settimane per completare l’inserimento dei dati e l’estensione per l’estero garantendo la possibilità di conoscere le zone di produzione del pomodoro Rossogargano anche ai consumatori dei mercati internazionali a partire dagli Stati Uniti.

“L’etichetta elenca gli ingredienti del prodotto finito, ma è solo attraverso il numero di lotto , che è obbligatoriamente presente sulla confezione, che si può individuare da chi è fornito lo specifico ingrediente e quindi la sua esatta provenienza – aggiunge la CEO di Dick Trace –  eatTrace.com è un mezzo che  permette alle aziende agrifood di utilizzare la propria filiera come testimonial della loro qualità”.

“Siamo orgogliosi di far conoscere ai consumatori di Rosso Gargano le zone in cui coltiviamo il nostro pomodoro, attraverso un’iniziativa portata a termine con la startup abruzzese che ha avuto l’intuito di avviare un progetto pilota con la nostra azienda”, commenta in una nota Domenico Demaio, presidente di Rossogargano. L’azienda foggiana, che ha fatto registrare negli ultimi anni un aumento di fatturato e distribuzione sia in Italia che all’estero, è ora impegnata in nuovi progetti di espansione commerciale. Nel 2020 l’azienda ha fatto registrare un aumento di fatturato del 5% e per il 2021 dovrebbe aggirarsi attorno all’8%.

Articolo 1 di 2