intervista

Veronica Diquattro è il nuovo presidente B2C Europa di Omio

Il gruppo europeo del traveltech ha assunto la manager italiana che proviene da DAZN con esperienze anche in Spotify, Google e altre multinazionali

Pubblicato il 13 Ott 2023

Veronica Diquattro, presidente B2C Europa di Omio

Omio, la scaleup europea del traveltech che gestisce la piattaforma che consente di prenotare viaggi in treno, autobus, aereo e traghetto, annuncia di avere ampliato il suo management con la nomina di Veronica Diquattro a presidente B2C Europa.

Diquattro ha precedentemente ricoperto cariche manageriali in DAZN di cui ha seguito il lancio in Italia e Spagna, in Spotify di cui è stata managing director Southern and Eastern Europe, in Google dove si è occupata del lancio di Android Market e Google Play in Italia e poi ancora L’Oréal, BMW e Ferrari. Ora diventa responsabile della crescita e dell’espansione di Omio.

“Ho scelto di entrare in Omio per l’incredibile opportunità di crescita all’orizzonte e per la possibilità di intercettare un’esigenza dei consumatori fornendo una soluzione concreta, con l’obiettivo di posizionare Omio come leader nel settore – dice la neomanager di Omio a Startupbusiness – . Il momento storico che stiamo vivendo pone particolare attenzione alla mobilità, alla sua sfida e alla potenza delle soluzioni che potremmo fornire. L’impatto che potremmo avere nel rendere la vita delle persone più facile, più accessibile, più connessa e, si spera, con un impatto positivo sull’ambiente e sui consumi. La cultura, la passione e la competenza di tutte le persone che lavorano qui, soprattutto a partire dal founder Naren Shaam. Credo che tutto inizi con l’esempio dato da chi è al vertice e posso davvero dire che per me è stato un aspetto fondamentale nella decisione. Sono appassionata di viaggi da sempre, ho vissuto in diversi Paesi, continenti, ho attraversato il Sud America con lo zaino in spalla per 6 mesi, utilizzando tutti i mezzi di trasporto disponibili, quindi conosco molto bene lo use case che stiamo cercando di migliorare e sono motivata a portare un impatto nel settore”.

Il CEO e fondatore di Omio Naren Schaam commenta la nomina dicendo come: “L’intero management di Omio e io siamo entusiasti che Veronica si unisca al team, portando la sua expertise orientata al consumatore e all’espansione del business. Sono felice di poter contare sul suo aiuto per far crescere la nostra azienda ancora di più supportando la nostra visione, ossia quella di creare una piattaforma di viaggio grazie alla quale i consumatori possano cercare, confrontare e prenotare diverse modalità di trasporto in tutto il mondo, cambiando in meglio il settore dei trasporti”.

La passione per i viaggi

“Sono entusiasta di poter lavorare nel mondo dei viaggi e della mobilità – aggiunge Diquattro -. Ritengo che al momento ci troviamo a metà del viaggio e che ci siano ancora tante opportunità da esplorare che ci attendono in altri segmenti/mercati . Capitalizzare tutto ciò che abbiamo imparato e costruito fino a ora, in questo momento storico, ci sta portando davvero a un punto di svolta. Inoltre, credo che abbiamo l’opportunità di contribuire all’innovazione e alla digitalizzazione del settore, obbligando l’industry a includere sempre di più la sostenibilità”.

WHITEPAPER
Ecco il toolbox tecnologico di cui la tua azienda ha (molto) bisogno
Open Innovation
Startup

Omio Group è composto da Omio Travel con prodotti B2C e B2B e da Rome2rio con prodotti B2C, è nato nel 2013 e ha la sua sede principale a Berlino con uffici anche a Praga e Londra, ha raccolto fino a oggi oltre 400 milioni di dollari da investitori che condividono la visione d’azienda di trasformare il settore dei viaggi come: Lazard Asset Management, Stack Capital Group, NEA (New Enterprise Associates), Temasek, Kinnevik, Goldman Sachs, Battery Ventures, KPCB (Kleiner Perkins Caufield Byers), Silver Lake, Lakestar, Atomico e Future Fund, il più recente è un round da 80 milioni di dollari chiuso nel 2022 e da lavoro a oltre 300 persone che operano da 50 diversi Paesi. Il gruppo europeo collabora con oltre mille fornitori di servizi di trasporto; mette a disposizione il servizio in 21 lingue diverse e consente ai consumatori di pagare in 26 diverse valute.

“I miei motori sono sempre stati la passione per la tecnologia e l’ossessione per le esigenze e le abitudini dei consumatori, soprattutto quando si tratta di passioni come musica, sport e ora viaggi. Trovare il giusto legame tra questi aspetti è stato il modo in cui sono riuscita a cogliere le opportunità di Spotify, DAZN e ora Omio. Più la sfida è difficile, più mi appassiona, soprattutto quando si affrontano settori che sembrano molto consolidati e dominati da logiche tradizionali, che non mettono al centro il consumatore”, aggiunge la neomanager che tiene anche a sottolineare come Omio abbia deciso di affidarle il nuovo incarico che la vede responsabile della crescita del fatturato, dello sviluppo e della gestione dei rapporti con le aziende di trasporto, nonché del posizionamento del prodotto come piattaforma di riferimento per i viaggiatori in Europa, pur essendo al settimo mese di gravidanza, aspetto che mette in evidenza come Omio sia attenta ai temi legati al work/life balance.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2