Wearable, il braccialetto di Empatica pietra miliare nella cura dell'epilessia
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Wearable, il braccialetto salvavita di Empatica ha l’ok della FDA
Empatica, startup di diritto statunitense, spin-off del MIT Media Lab – laboratorio del Massachusetts Institute of Technology di Boston, fondata da un team per 3/4 italiano (Matteo Lai, Simone Tognetti, Maurizio Garbarino e Rosalind Picard), ha raggiunto un nuovo importante traguardo: il suo smartwatch Embrace sarà il primo al mondo ad essere stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), l’ente che in USA regola i prodotti alimentari e farmaceutici, per il suo utilizzo in neurologia.

 

Un riconoscimento importante per il team di Empatica, che ha lanciato il suo dispositivo da polso Embrace nel 2015 con una campagna di crowdfunding ed è disponibile sul mercato dal 2016, un dispositivo rivoluzionario per aiutare in particolare chi soffre di epilessia: è in grado infatti di monitorare i tipi più pericolosi di convulsioni, rilevare i parametri di chi lo indossa (come attività del sistema nervoso e temperatura corporea), elaborare i dati grazie all’AI (Artificial Intelligence) di cui è dotato e inviare sullo smartphone di un soccorritore l’allarme qualora si verifichi una crisi convulsiva.  Inoltre, Embrace acquisisce continuamente dati fisiologici di interesse per il benessere generale, monitorando il sonno, lo stress e l’attività fisica.

 

Orrin Devinsky, uno dei massimi esperti mondiali in Epilessia, direttore del Comprehensive Epilepsy Center presso la New York University, conosce bene le carenze dei sistemi tradizionali per l’aiuto di pazienti affetti da questa patologia. “L’approvazione da parte della FDA del dispositivo Embrace per rilevare gli attacchi convulsivi più importanti rappresenta una pietra miliare nella cura dei pazienti con epilessia. Più di 3000 americani muoiono ogni anno di morte improvvisa a causa di una crisi epilettica ed Embrace rende possibile allertare familiari e assistenti se si sta verificando un attacco, le prove scientifiche sostengono con forza che una pronta attenzione durante o poco dopo questi attacchi convulsivi può salvare la vita in molti casi “.
Embrace è stato testato in uno studio clinico che ha coinvolto 135 pazienti epilettici, che hanno indossato lo smartwatch sotto monitoraggio per 272 giorni. Il trial ha dimostrato che l’algoritmo di Embrace è in grado di rilevare il 100% delle crisi epilettiche.
 

Al polso della bambina il braccialetto Embrace, rivoluzionario salvavita per i malati di epilessia

 

Sin dalla sua prima campagna di crowdfunding Empatica ha puntato molto sul design del braccialetto, per renderlo sottile, leggero e piacevole da indossare. “I dispositivi medici sono generalmente troppo ingombranti e scomodi: la gente semplicemente non li vuole indossare”, sottolinea Matteo Lai, CEO di Empatica. “Con Embrace abbiamo voluto intraprendere una strada diversa: volevamo progettare il primo dispositivo medico al mondo in grado di vincere un premio di design, pur essendo utilizzato come prodotto salvavita. I pazienti amano l’estetica di Embrace e sono orgogliosi di indossarlo: tecnologia all’avanguardia e buon design devono andare di pari passo”.
 

Matteo Lai, dal 2016 è uno degli imprenditori supportati da Endeavor Italia, la principale associazione non profit che seleziona imprenditori ad alto potenziale (scale up) e li aiuta a scalare a livello mondiale. “Siamo orgogliosi che uno dei nostri imprenditori abbia ottenuto un riconoscimento così importante a livello internazionale e che abbia saputo portare avanti un’idea tanto rivoluzionaria per la salute”, sottolinea Raffaele Mauro, Managing Director di Endeavor Italia. “È inoltre una grande occasione per tutti gli imprenditori italiani:  l’intento di Endeavor è quello di portare l’ecosistema imprenditoriale italiano all’estero e verso un nuovo modello di sviluppo. Il successo di imprenditori come Matteo Lai di Empatica testimonia anche la grande attenzione che Endeavor Italia pone nel selezionare e poi supportare i migliori imprenditori”.

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

08 febbraio 2018

Categorie:

Growth, Scaleup


Articoli correlati
reply