YTILI, ecco il programma transatlantico per i giovani imprenditori

01 Feb 2021

“Italia e Stati Uniti godono di un’importante e solida relazione economica. Crediamo che rafforzare le relazioni con figure leader nell’ambito imprenditoriale sia un modo per incrementare la prosperità economica, facendo sì che essi possano raggiungere il successo, far crescere il proprio business, e generare cambiamento positivo all’interno del loro ambiente di lavoro, nelle comunità e nel mondo – dice a Startupbusiness il Console Generale Robert S. Needham, Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano – . Ogni anno YTILI contribuisce a migliorare le capacità imprenditoriali dei partecipanti e offre un network transatlantico che mette in contatto giovani leader e futuri imprenditori europei con business leader negli Stati Uniti. Attraverso questa rete di imprenditori, business leader e innovatori continuiamo a sostenere lo sviluppo di opportunità di business fra l’Italia e gli Stati Uniti”.

Console Generale Robert S. Needham, Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano.

YTILI, sigla che sta per Young Transatlantic Innovation Leaders Initiative, è un programma di scambio molto selettivo per giovani imprenditori di età compresa tra i 25 e i 35 anni, che già gestiscono nel proprio Paese un business o un’impresa sociale consolidata, e che abbiano maturato da 2 a 5 anni di esperienza nel loro settore.  I candidati ideali saranno dotati di una comprovata predisposizione naturale alla leadership. Ogni anno, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti offre la possibilità di partecipare al programma ai giovani imprenditori di tutta Europa.  Si tratta di un programma che dura un anno ed è amministrato da un dinamico centro di promozione e sviluppo della città di Chicago, la Onlus www.WorldChicago.org.

Il programma comprende: un mini-master MBA, uno stage di 5 settimane negli Stati Uniti, di cui 4 passate dal candidato presso aziende o servizi affiliati al programma, immerso nel mondo del lavoro tramite un fellowship placement; la partecipazione a una conferenza conclusiva che si svolgerà a Lubiana, in Slovenia nel 2022.

YTILI promuove le capacità imprenditoriali, lo sviluppo professionale e il networking dei partecipanti. La procedura per fare domanda e accedere alla fase interlocutoria che prevede anche un’intervista del candidato, è estremamente competitiva, poiché alla fine delle selezioni è prevista la nomina di circa 60 YTILI fellow selezionati da 45 diversi Paesi.

Le domande di ammissione devono essere inviate online tramite il sito https://ytili-worldchicago.org  nel periodo tra il 4 gennaio 2021 e il 1° marzo 2021. Il Programma effettivo dura da ottobre 2021 a settembre 2022 e si svolge interamente in lingua inglese.   

Inoltre la rappresentanza diplomatica statunitense in Italia ha organizzato per il giorno 4 febbraio alle ore 16 un incontro online per raccontare le caratteristiche del programma che è possibile seguire tramite questo link.

Tra i relatori dell’evento anche Ena Peeva che è alumna del programma che per lei è iniziato nel 2018 a Lisbona e, con tappa intermedia in North Carolina, si è concluso a Washington D.C. Il percorso imprenditoriale di alto livello le ha permesso di lavorare in rete con imprenditori e imprenditrici nel campo della formazione globale in Europa e negli Stati Uniti. Ena è co-fondatrice di Eduactive, società cooperativa della quale è managing partner e dove si occupa di business development. YTILI ha rafforzato e valorizzato lo spirito imprenditoriale di Ena, dandole l’opportunità di sperimentare il networking tra imprese, comprendere l’importanza delle lezioni che si possono trarre da un fallimento, del pensiero divergente e non convenzionale.

Un altro alumnus del programma, Matteo Forte, ha invece scritto della sua esperienza nel programma in un post su Medium che potete leggere qui.

“La promozione di programmi di scambio nell’ambito della formazione e della cultura svolge un ruolo centrale nel nostro impegno diplomatico in tutto il mondo. In tutti i settori: dalla ricerca in ambito accademico alle arti fino alla promozione dell’imprenditorialità, cerchiamo di far progredire la democrazia, la trasparenza, la libertà di espressione, la sicurezza, la diversità e l’inclusione economica e politica. Questi sono tutti valori che l’Italia e gli Stati Uniti condividono – aggiunge Robert S. Needham che ha assunto l’incarico di Console Generale degli Stati Uniti d’America a Milano il 2 ottobre 2020 – . Siamo tutti consapevoli del fatto che l’imprenditorialità è di vitale importanza per il continuo progresso dell’inclusione e dello sviluppo economico sostenibile di ogni Paese. L’ecosistema di startup degli Stati Uniti è considerato da molti come il più forte del mondo e noi siamo convinti che condividere quella conoscenza con i leader emergenti sia fondamentale per trovare soluzioni innovative alle sfide economiche che insieme ci troviamo ad affrontare. La creazione di forti legami tra giovani leader italiani ed europei con i loro colleghi americani permetterà a tutti noi di avanzare insieme verso una maggiore prosperità economica”.

Articolo 1 di 2