Advertising, quanto deve spendere una startup? - Startupbusiness
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Advertising, quanto deve spendere una startup?

Una risposta che va sempre bene è…dipende. Dal tipo di business della startup, da quanti soldi ha in cassa e da quali siano le priorità di spesa.

Per alcuni generi di startup, quelle che hanno bisogno di acquisire lead, utenti, clienti, sottoscrizioni ecc, pensare a una equilibrata strategia di adv è un passo che prima o poi va fatto.  Da dove cominciare? Se sei completamente digiuno in materia, un primo passo è utilizzare un tool come “Ad Spend Calculator for Healthy Business: By Qwilr.”

E’ free, online, senza registrazione, semplice-semplice, quasi un giochino, realizzato da una startup per uso interno e poi condiviso con il popolo della rete. Ha tre evidenti pregi:

  • vi permette di fare velocemente il calcolo di quanto dovreste spendere sulla base delle vostre attuali metriche;
  • vi mostra schematicamente la struttura logica di ragionamento che dovreste fare per arrivare questo calcolo e quindi vi aiuta a mettere a fuoco la vostra conversion pipeline
  • potete fare e rifare tante volte il calcolo, giocando con ipotetiche metriche per allenarvi sul tema

Per le startup che hanno già fatto investimenti in adv, e si sentono skillate sul tema, il tool è comunque utile: fate un rapido calcolo e confrontate con quello che state investendo, potreste scoprire qualcosa di interessante.

In questo blog post di Qwilr, la spiega del tool e ulteriori suggerimenti su come la startup deve affrontare l’adv, come questo: “Ci sono tre cose che contraddistinguono l’adv: il prezzo della pubblicità, il comportamento che determina, il valore di tale comportamento per il vostro business. Se capite bene la pipeline di conversione del vostro business, è possibile anche capire se il prezzo a cui vi viene offerta l’adv è un buono per voi, poichè genera al comportamento che vi interessa, cioè la conversion”.

Non dimenticare di dare un’occhiata anche a quello che è il core business di Qwirl, un sofisticato strumento che trasforma i tuoi documenti in website….

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

27 aprile 2016

Categorie:

Risorse, Tools


Articoli correlati
reply