spacetech

Apogeo Space sigla accordo con la coreana Innospace

La startup spacetech italiana e la società coreana collaboreranno al lancio dei picosatelliti per applicazioni internet of things, prossimo lancio a luglio 2024

Pubblicato il 18 Apr 2024

I fondatori di Apogeo Space

Apogeo Space, società impegnata nella realizzazione della prima costellazione privata italiana di satelliti per la fornitura di un servizio di telecomunicazione per dispositivi dell’internet of things (IoT), annuncia l’accordo con la società coreana Innospace per l’acquisizione di lanci multipli, a partire dalla seconda metà del 2025.

L’intesa prevede la gestione, nel periodo 2025-2027, di 3 lanci e rilasci in orbita bassa (LEO – Low Earth Orbit) dei picosatelliti di Apogeo Space che andranno a popolare prima costellazione privata italiana dedicata all’internet delle cose (IoT).

L’accordo tra Apogeo Space e Innospace segna un importante passo verso il futuro italiano di un servizio di connettività globale, consentendo una copertura costante e affidabile per l’IoT in tutto il mondo.

Grazie a questa intesa, che si aggiunge a quella con l’italiana D-Orbit, Apogeo Space si assicura sempre di più l’accesso qualificato allo spazio, perseguendo il proprio motto “IoT everywhere, for everyone” di pari passo con uno strutturato piano di business per il posizionamento nelle prime orbite necessarie per garantire una connettività globale e continua.

Guido Parissenti, amministratore delegato e co-fondatore di Apogeo Space dice in una nota: “Siamo entusiasti di collaborare con una società così innovativa come Innospace. Questo accordo è di grande importanza in quanto ci garantisce l’ampiamento del numero di partner che ci permetteranno entro il 2027 di completare la nostra costellazione di picosatelliti per IoT”.

“Siamo felici di annunciare questo accordo multi-lancio con Apogeo Space e siamo molto orgogliosi di intraprendere le tre missioni spaziali per il rilascio della costellazione di picosatelliti IoT. Innospace sostiene la visione di Apogeo Space come partner spaziale innovativo. Il nostro veicolo di lancio per piccoli satelliti, Hanbit, fornirà lanci affidabili per aiutare la costruzione della costellazione grazie alla sua capacità di dispiegamento di precisione nelle orbite”, aggiunge Soojong Kim, CEO e fondatore di Innospace.

Costellazione di 96 satelliti

I piani di Apogeo Space prevedono, a regime, dai 3 ai 4 lanci all’anno, ognuno composto da 9 satelliti di dimensioni pari a 10x10x3 cm, per la realizzazione della propria costellazione che inizierà ad essere operativa dalla fine del 2024 e che verrà completata entro il 2027 quando saranno 96 i pico-satelliti attivi in orbita.

WHITEPAPER
Password e sicurezza: come creare parole-chiave inviolabili ma facili da ricordare
Privacy/Compliance
Disaster recovery

Il lancio dei primi 9 satelliti di test, è avvenuto nel novembre 2023, con il vettore Falcon 9 di SpaceX e rilasciati dall’OTV (Orbital Transfer Vehicle) dell’italiana D-Orbit. Il prossimo lancio è previsto a luglio 2024.

Il progetto di Apogeo Space rinforzerà il ruolo italiano nell’ambito delle costellazioni per telecomunicazioni, specialmente composte da picosatelliti/nanosatelliti, in grado di offrire una gamma completa di servizi avanzati.

Questi servizi includono la raccolta dati per una varietà di applicazioni, dal settore agritech alla logistica integrata, dal monitoraggio delle foreste e dei ghiacciai all’oil & gas, dai grandi bacini idrogeologici all monitoraggio di reti e infrastrutture.

Proprio relativamente a questi settori, l’Insight Report di aprile 2024 del World Economic Forum, in partnership con McKinsey & Company, sostiene che i dati provenienti dai sensori IoT, localizzati anche in aree remote, apporteranno un significativo beneficio ai servizi avanzati per la catena di approvvigionamento, l’energia, l’agricoltura, l’industria mineraria e l’aerospazio, generando un fatturato aggiuntivo di tre miliardi di dollari entro il 2035.

L’istituto di ricerca tedesco Statista stima per il 2030 una diffusione di circa 30 miliardi di dispositivi IoT connessi nel mondo, con una costante crescita annuale media di due miliardi da qui ad allora.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4