investimenti

Bending Spoons, 70 milioni di euro per l’espansione internazionale

La scaleup di genesi italiana è pronta a ricevere 70 milioni di euro di finanziamento in cinque anni da Intesa Sanpaolo con la garanzia di SACE

Pubblicato il 23 Mag 2023

La scaleup milanese Bending Spoons, che a fine 2022 aveva chiuso un round da 340 milioni di euro, ha ricevuto un finanziamento da 70 milioni di euro per sostenere il suo processo di espansione internazionale come riporta la testata Cor.com che fa parte, come Startupbusiness.it, del gruppo Digital360.

Sace e Intesa Sanpaolo supportano il piano di crescita internazionale della tech-company italiana che sviluppa  a livello globale di applicazioni per dispositivi mobili nel campo della creator economy.

Gli obiettivi del finanziamento

L’istituto di credito ha erogato in favore di Bending Spoons un finanziamento di 70 milioni di euro della durata di cinque anni, che ha visto l’intervento della garanzia Sace nell’ambito dell’operatività di internazionalizzazione. In dettaglio, il finanziamento ha l’obiettivo di supportare l’azienda nel suo percorso di crescita all’estero per linee esterne grazie ad acquisizioni di asset e lo sviluppo di app negli Stati Uniti, Sud America, Europa, Asia e in Oceania, proseguendo così nei piani di crescita che hanno visto negli ultimi anni la tech-company protagonista di numerose acquisizioni, tra cui a fine 2022 la statunitense Evernote, con l’obiettivo primario di integrare l’offerta e diversificare il portafoglio di applicazioni.

WHITEPAPER
Industria 4.0, ecco come accedere ai fondi della Nuova Sabatini
PNRR
Protocolli IoT

“Si tratta della prima operazione di Sace in un settore particolarmente innovativo, in forte espansione, strategico e tra i protagonisti della rivoluzione digitale – commenta Enrica Delgrosso regional director Nord Ovest di Sace – Con questo finanziamento insieme ad Intesa Sanpaolo supportiamo una realtà giovane, fortemente dinamica e all’avanguardia, con una talent density elevata, contribuendo allo sviluppo di un ecosistema di know how tecnico in Italia, anche in termini occupazionali, di attrazione e formazione di risorse ad elevata specializzazione in ambito IT e Artificial Intelligence”.

“L’internazionalizzazione si dimostra una leva fondamentale di sviluppo e rilancio per le pmi lombarde -sottolinea Pierluigi Monceri, direttore regionale Milano, Monza e Brianza Intesa Sanpaolo – Intesa Sanpaolo attraverso il credito, un’attività di informazione dedicata e la consulenza specialistica, grazie al presidio estero del Gruppo presente in circa 40 paesi, è in grado di supportare le pmi che, come Bending Spoons, puntano all’innovazione e allo sviluppo sui mercati esteri”.

Cosa fa Bending Spoons

Fondata a Copenaghen nel 2013, Bending Spoons ha spostato nel 2014 la sede in Italia, Paese di origine di quattro dei suoi cinque fondatori; oggi nei suoi uffici di Milano lavorano 350 dipendenti altamente qualificati, con oltre il 70% di background tecnico, principalmente ingegneri e scienziati. L’azienda ha un portafoglio di oltre 20 app nelle categorie Photo&Video, ad esempio Remini e Splice, e Health&Fitness, come 30 Day Fitness, oltre ad altre in categorie minori. Le app dell’azienda hanno registrato oltre 500 milioni di download e 90 milioni di utenti attivi al mese. (Foto di Rob Hampson su Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4